Renzi Equitalia

Stop cartelle Equitalia, sostituite da sms al nostro smartphone

Le cartelle di Equitalia saranno “rottamate”. Matteo Renzi insiste nella sua idea di abolire Equitalia entro il 2018 e annuncia intanto una rivoluzione nella comunicazione dei nostri debiti.

L’avviso sulle scadenze da pagare non arriverà più tramite l’odiata cartella Equitalia, bensì con un sms.

 «Prima di cambiare il nome – ha spiegato Renzi – , cambiamo il meccanismo. Intanto ti mando per sms tutte le scadenze, poi c’è un’applicazione in cui paghi con un click».

La novità dovrebbe partire da luglio 2016, almeno per quello che riguarda l’app.

Si tratta in realtà di misure che erano già nell’agenda di Equitalia.

Renzi Equitalia

Sarà necessario per i contribuenti firmare una liberatoria per consentire l’utilizzo del proprio numero di cellulare.

Questo rinnovamento tecnologico, tuttavia, sembra più di forma che di sostanza, visto che i principali problemi di Equitalia non sono colleganti tanto al metodo di comunicazione tramite cartella esattoriale, quanto ai metodi decisamente poco umani e a senso unico.

Fra errori burocratici e insensibilità alle istanze dei contribuenti, Equitalia, oltre a essersi guadagnata la fama di essere un ente persecutorio, è anche e soprattutto un agente di riscossione poco efficace: a febbraio 2016 è stato calcolato che su 1.058 miliardi di crediti da riscuotere, Equitalia ha la speranza di recuperarne appena 51, cioè circa il 5%.

E la fonte è piuttosto attendibile, visto che si tratta dell’ad della stessa Equitalia, Ernesto Maria Ruffini.

 

 

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultime novità pensioni
Ultime novità pensioni: vera flessibilità o ricatto elettorale?

ULTIME NOVITA' PENSIONI (24 MAGGIO 2016) - Cosa cambia con la riforma pensioni del governo...

Chiudi