Abolizione Ticket: il Governo ci ripensa sulle 203 prestazioni diventate a pagamento

Dopo aver reso a pagamento 203 prestazioni sanitarie con il Decreto Appropriatezza, il Governo decide di tornare sui suoi passi: nel frattempo è caos sulle prescrizioni.

Il Decreto Appropriatezza della Lorenzin, che ha escluso 203 prestazioni mediche dal ticket, rendendole a pagamento, deve essere rivisto ora dal Governo in quanto, secondo i primi dati rilevati dalle prestazioni prescritte dai medici di base, l’accesso a queste prestazioni  è diventato praticamente impossibile: i precisi criteri di appropriatezza e le condizioni di erogabilità non possono essere riscontrati quasi in nessn caso.

Oltre a questo, non sono ancora disponibili i software, per i medici, che permettono di adeguarsi alle previsioni normative e, questo caos sia tecnico che di merito, rischia di far saltare quasi 22 milioni di prestazioni sanitarie.

Le prestazioni mediche fuori tutela sono per un buon 70% relative ad esami di laboratorio, dove “l’appropriatezza e le condizioni di erogabilità” non dovrebbero essere considerate in modo stretto in quanto non si tratta di analisi di poco conto o di capricci per ipocondriaci, ma di verifiche fondamentali per la salute.

Rientrano, tra queste analisi di laboratorio, gli esami allergologici dei bambini e, in base al decreto,  per essere esenti dal pagamento, bisognerà avere la prescrizione sia del pediatra che dello specialista allergologo, ma non è detto che entrambi rilascino la ricetta, visto il rischio di pesanti sanzioni in caso di prescrizione di prestazioni inappropriate.

Non solo bambini, però, vengono colpiti. Sono nella lunga lista delle 203 anche gli esami di controllo frequenti: dal colesterolo, alla mammografia, alle risonanze magnetiche e, addirittura, le PET utilizzate per trovare anche i più minuscoli tumori.

Non solo sono diventate a pagmento le prestazioni sanitarie, ma i medici sono anche costretti a scrivere più ricette, infatti sono diminuite le prestazioni che possono essere inserite in ciascuna ricetta e questo porta ad un aumento dei costi per il cittadino.

La totale opacità delle condizioni di prescrizione ed erogazione delle prestazioni, la mancanza (come si ricordava sopra) del software e la paura fondata dei medici per le sanzioni, hanno determinato un vero e proprio blocco delle prestazioni.

lorenzin

Il decreto, nella mente degli ideatori, doveva limitare gli spechi e invece si è limitato del tutto il diritto alla salute sancito nell’articolo 32 della Costituzione.

Il Governo ha deciso di fare marcia indietro senza un testo avente forza di legge, ma con una circolare applicativa del Ministero della Lorenzin, che dovrebbe mettere una pezza ai problemi tecnici. Con molta probabilità le nuove regole sulle prestazioni verranno aggiunti al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sui nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza).

Intanto il Tribunale del Malato ha messo a disposizione il servizio S.O.S. Appropriatezza. Le persone possono rivolgersi all’Osservatorio scrivendo alla casella [email protected], oppure rivolgendosi al servizio PiT (Progetto integrato di tutela), raggiungibile allo 06.36718444 il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9:30 alle 13:30 e alle sedi del TDM presenti in tutte le Regioni.

Le prime sanzioni per i medici comminate sono state al momento sospese fin quando non ci saranno le nuove regole con i prossimi decreti.

Check Also

Perché è importante convertire i propri filmati in un formato diffuso

Il mondo dei media è cresciuto a dismisura tanto da portarci a fruire di filmati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali
Ultimi sondaggi politici elettorali: 24 febbraio 2016, M5S torna a crescere

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (24 FEBBRAIO 2016) - Dopo le intenzioni di voto di EMG-Tg...

Chiudi