Afghanistan, Nasreen 18 anni: costretta a matrimonio, sceglie suicidio

AFGHANISTAN – Un matrimonio imposto, che lei rifiutava. Un colpo di fucile, quello dello stesso padre che voleva costringerla a sposarsi con un uomo che lei non voleva. Così è morta Nasreen, diciottenne afghana, che ha preferito il suicidio a un matrimonio non desiderato da lei, ma dalle convenzioni sociali. Non si tratta di un caso isolato. Organizzazioni umanitarie segnalano che in Afghanistan non mancano precedenti in tal senso: più di una donna nel recente passato, proprio come ha fatto Nasreen, si è tolta la vita piuttosto che condividerla con un uomo scelto dai genitori. Oppure è stata uccisa per “questioni d’onore”.

La ragazza che vedete in foto, non è infatti la Nasreen di cui abbiamo parlato fino ad ora: è un’altra donna, anche lei di nome Nasreen, uccisa brutalmente in Afghanistan lo scorso febbraio. Sono soltanto due esempi, legati da un caso di omonimia, di una lunga serie di violenze contro la libertà e la vita delle donne in Afghanistan.

Nasreen, 18 anni, si è suicidata nei pressi di Naryan, a Kunduz City.

Check Also

Allarme bomba alla Casa bianca, ultime notizie 19 marzo 2017: fermato un sospetto

CASA BIANCA ALLARME BOMBA (ULTIME NOTIZIE 19 MARZO 2017) Un’Ansa degli ultimi minuti riporta news …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Israele, schiaffo a Obama, tasse trattenute e nuovi insediamenti in Cisgiordania

Palestina nell'Onu - Le reazioni di Israele Verranno "trattenute" dal Governo dello scudo di David...

Chiudi