Amy Winehouse morta: Facebook, addio alla cantante

AMY WINEHOUSE MORTA – Su Facebook l’addio per la scomparsa della cantante di Back in Black: la sua fanpage vanta oltre due milioni di iscritti. Migliaia i messaggi per salutare una delle voci soul più celebri degli ultimi anni. Amy Winehouse si è spenta ieri nella sua casa di Londra a soli 27 anni. Le cause del decesso sono ancora oscure ma, visti gli eccessi della ragazza, spesso all’onore delle cronache per lo stile di vita sregolato, ricoveri in ospedale più o meno volontari, molti giornali britannici hanno dichiarato che la cantante sarebbe morta per overdose.
La polizia londinese però, ha fatto sapere di non poter confermare la versione della stampa, fin quando non ci saranno gli accertamenti sul corpo. Amy Winehouse ha raggiunto il successo molto giovane, grazie a una potente voce da contralto e al grande amore dei fans, che l’hanno sempre seguita nonostante i suoi eccessi. Ultimo episodio, il concerto di Belgrado nel giugno 2011. Questo tour, a detta della cantante, avrebbe dovuto essere un grande ritorno alla ribalta, ma così non è stato. La Winehouse si è presentata non esattamente sobria sul palco, barcollante, al punto da non riuscire neppure a cantare e i fischi dei fans non si sono fatti attendere. Il tour è stato annullato e il flop di Belgrado è diventato l’ultimo, malinconico concerto della cantante.

Check Also

incidente treno Napoli

Incidente treno Napoli: giovani investiti sui binari

ULTIME NOTIZIE NAPOLI (16 MAGGIO 2016) – Raffaella Ascione, 20 anni, è morta investita da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Ultime notizie Melania Rea/ tutto partì da questa telefonata Audio

  ULTIME NOTIZIE MELANIA REA - Il 20 aprile, un uomo chiama il 113 per...

Chiudi