Anonymous

Anonymous attacca sito Tribunale Milano:”Inizio Apocalisse”

TRIBUNALE DI MILANO, ANONYMOUS ATTACCO HACKER 17/02/2013 – E’ ancora fuori servizio il sito ufficiale del Tribunale di Milano e del dipartimento di Polizia Penitenziaria. Una scritta“Per motivi tecnici il sito è momentaneamente indisponibile. Ci scusiamo per il disagio” capeggia su uno sfondo bianco. Una soluzione tampone momentanea a quello che è stato un vero e proprio attacco Hacker firmato Anonymous. Chi stamane si fosse imbattuto nella home page del palazzo giustizia meneghino poco prima si sarebbe imbattuto in una una maschera tricolore di stile Guy Fawkes in “V per Vendetta con scritto “Preparatevi, ha inizio l’Apocalisse!”. E’ il tipico timbro di Anonymous. Confermato anche dalla “LndTm 2013”. Riconducibile proprio al gruppo di famigerati hacker.

ANTIPOLITICA DIGITALE – Il messaggio prosegue con un grido di ribellione fatto a sostegno della condizione di precariato dei giovani italiani. “E’ la fine per un nuovo inizio. Sta arrivando come l’ira di Dio il vero cambiamento per i giovani del popolo italiano. La giovane Italia degli italiani che lavorano e sono stufi di essere presi per il culo, derubati, maltrattati da quei delinquenti che ci governano e da tutte le lobby che li supportano. Da adesso pagheranno per tutto quello che hanno fatto. Rivoluzione digitale”.

LUNEDI’ IL RIPRISTINO – I tecnici informatici del Dap sono al lavoro per il ripristino del sito. Ma pare che non possa esser messo in funzione prima di domani.

“ATTO GRAVISSIMO” – ll Presidente del tribunale di Milano, Livia Pomodoro, ha definito “un fatto grave” l’attacco hacker al sito Internet del Tibunale: “È un fatto grave quando si attaccano siti sensibili – ha detto ai microfoni di Tgcom24 -. Ci stiamo adoperando per trovare le soluzioni adeguate, siamo sconcertati da questo attacco. Dopo la denuncia, in questi casi, interviene la polizia postale.

NESSUNA FUGA DI NOTIZIE – Fortunatamente, al sito, non fanno riferimento né dati sensibili né tanto meno banche dati di alcun genere. Quindi nessun dato di sentenze, dati sensibili di indagati, collaboratori di giustizia e di elementi inquisitori possono esser stati trafugati durante l’operazione di sciacallaggio digitale. Ipotesi confermata dalla stessa presidente “Non credo che ci siano pericoli, il sito è aperto al pubblico, non è un sito riservato interno, quindi non ci sono dati riservati”.

Check Also

incidente treno Napoli

Incidente treno Napoli: giovani investiti sui binari

ULTIME NOTIZIE NAPOLI (16 MAGGIO 2016) – Raffaella Ascione, 20 anni, è morta investita da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Mario Monti, intervista TG2 edizione delle 13, 17 Febbraio 2013

Monti buca il teleschermo a ora di pranzo, subito dopo il penultimo Angelus del Papa,...

Chiudi