Baila ascolti tv

Baila ascolti tv: flop per Barbara D’Urso e Canale 5

Baila ascolti tv

Flop! Baila di Barbara D’Urso rischia di sparire da Canale 5! Baila!, il reality show accusato di plagio da parte della Rai e in particolare del programma condotto da Milly Carlucci, Ballando con le stelle, adesso è di nuovo sotto i riflettori, perchè risulta essere uno dei primi flop stagionali delle reti Mediaset. Ieri è stata trasmessa la terza puntata, della trasmissione che va in onda su Canale 5 e in replica sul canale del digitale terrestre, La5, canale lcn numero 30, condotto da Barbara D’Urso.

C’è attesa per vedere i dati di ascolto, che nella prima puntata avevano fatto ben sperare, con un ascolto soddisfacente di circa quattro milioni di telespettatori ed uno share del 18,80% che poi sono calati drasticamente e incredibilmente durante la seconda puntata, toccando il picco di appena due milioni e cento mila spettatori ed uno share crollato ad appena il 10%.

Se ci sarà un ulteriore calo di share, le successive puntate, in totale dovrebbero essere otto, rischiano seriamente di saltare. Certo, nella seconda puntata, Baila ha dovuto lottare con Quarto grado, nella puntata speciale che rete 4 ha trasmesso dedicata al caso di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa nella casa di Perugia.

Così la terza rete generalista di Mediaset aveva totalizzato quattro milioni di spettatori con uno share addirittura del 16%. Il talent show di Mediaset, rischia quindi seriamente di saltare, in quel lunedì sera che per anni Canale cinque è stata leader negli ascolti, dapprima con i film in prima visione tv assoluta del ciclo cinema cinque e poi negli anni a seguire con il reality show della Endemol, condotto da Alessia Marcuzzi, Grande Fratello. Un eventuale flop, chi prenderà il posto di Bailà? Sopravviveremo senza Barbara D’Urso e i suoi balletti? La tv italiana sarà la stessa? Angoscianti interrogativi destinati a rimanere senza risposta almeno fino alla prossima puntata di Baila!

Check Also

I programmi tv per gli appassionati di barche

La proliferazione di canali dovuta al digitale terrestre ha fatto sì che ogni nicchia potesse …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Il Fatto Quotidiano/ offline, pdf oggi 11 Ottobre 2011

La home page de Il Fatto Quotidiano, si presenta con questo annuncio "Da ieri sera...

Chiudi