Batterio Killer, nuovo allarme caso germogli, c’è rischio in Italia?

 

BATTERIO KILLER ITALIA – Anche l’Italia entra di diritto nelle indagini sul batterio killer, fortunatamente non per casi si di contagio ma bensì per la coltivazione di germogli infettivi. Si torna quindi a parlare dei germogli. Come molti ricorderanno in Germania proprio i germogli di soia  erano stati considerati i diffusori del batterio, mentre in Francia come fonte del focolaio erano stati individuati i germogli di rucola, di trigonella e di mostarda. A quanto pare i germogli sotto accusa sono stati confezionati dalla ditta britannica Thompson&Morgan e sarebbe stata proprio questa ditta ad aver comprato il prodotto in Italia, per poi provvedere al confezionamento e alla distribuzione. Quindi anche l’Italia è nel mirino delle indagini poichè è un po’ difficile capire  in quale fase del processo si sia effettivamente verificata la contaminazione. Anche perché la contaminazione potrebbe dipendere anche dall’acqua, cosa che la Germania sta accertando, facendo controlli sugli acquedotti dei centri minori del Paese.

Check Also

sanità Asl Regioni

Sanità, buco nero nelle Asl: ma la soluzione della Lorenzin funziona?

I GUAI DELLA SANITA’ IN ITALIA? TORNARE AL CENTRALISMO, PRO E CONTRO Malagestione, riforme fatte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Anticipazioni Uomini e Donne, Giulia e Alessio altro che crisi! è amore folle

  UOMINI E DONNE ANTICIPAZIONI - Continuano ad alternarsi sul web notizie di liti e...

Chiudi