Berlusconi Ruby: processo, oggi sentenza d’appello

Giornata importante per Silvio Berlusconi: il processo Ruby arriva alla sua sentenza d’appello, prevista per oggi (18 luglio 2014) alle ore 13. In primo grado Berlusconi è stato condannato a sette anni di detenzione per prostituzione minorile e concussione.

Se la condanna venisse confermata in secondo grado, fra meno di un anno Berlusconi dovrebbe scontarla agli arresti domiciliari.

Tutti gli scenari sono aperti: condanna confermata, parzialmente riformata o assoluzione. Piero De Petris, sostituto pg di Milano, ha chiesto la conferma dei sette anni, una pena definita da De Petris “severa, ma giusta”.

berlusconi-640

E attenzione: come Il Fatto Quotidiano sottolinea, per Berlusconi potrebbe crearsi un cumulo di sentenze:

Se dovesse arrivare la conferma dei 7 anni, o comunque una condanna a una pena più bassa, e il verdetto poi dovesse reggere anche in Cassazione (l’udienza potrebbe tenersi tra l’estate e l’autunno 2015), per Berlusconi, in base alla legge, ‘rivivrebbero’ anche i tre anni della sentenza Mediaset cancellati dall’indulto. Rischia in ipotesi, dunque, un cumulo pena delle due sentenze di 10 anni. Pena che, in base all’articolo 47 ter del codice di procedura penale, avrebbe la possibilità di scontare in detenzione domiciliare e non in carcere, perché ultrasettantenne.

 

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali Renzi

Ultimi sondaggi politici elettorali: Pd mai così giù da anni, M5S cresce

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (13 FEBBRAIO 2018) – PD IN PICCHIATA, M5S PRIMO PARTITO Siamo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Incontro M5S – PD: si rimanda tutto ad agosto

Chissà in quanti riporteranno le proposte fatte dalla delegazione M5S a quella del PD oggi...

Chiudi