Berrino: “E’ associazione alcol e tabacco che fa venire tumori”

Che relazione c’è tra alcol e tumori? Il dottor Franco Berrino rispose a questa domanda in un video dell’Associazione di Laboratorio di Cucina Naturale. Il professore, che è epidemiologo presso l’Istituto dei tumori di Milano, ha spiegato nel corso del suo intervento: “In tutti i popoli del mondo si è sviluppata questa cosa di fare delle bevande alcoliche, anche nell’antichità. In quantità limitata non fanno male“. Quel che è certo, però, è che “le bevande alcoliche aumentano il rischio ditumori della bocca, della lingua, dell’esofago e del fegato. Soprattutto i fumatori“. Il fumo fa molto più male degli alimenti che fanno aumentare il rischio di cancro, tanto che il dottor Berrino consiglia di non fumare quando si beve.

Alcol e tumori: gli alcolici aumentano il rischio di cancro

Berrino ha continuato dicendo che “se vi piace bere un bicchiere di vino non fumate, perché è l’associazione tra alcol e tabacco che fa venire questi tumori“. Ed è fondamentale non esagerare con le quantità: “Se vi piace bere un bicchiere di vino, bevete 1 bicchiere di vino. Il problema è veramente grosso, io dico beviamo vino solo di ottima qualità“, ha detto il medico.
L’alcol aumenta anche, sebbene di poco, il rischio di contrarre tumori della mammella: bere un bicchiere di vino al giorno aumenta questo rischio del 3%: “È un piccolo aumento di rischio“, ha aggiunto Berrino, però è un tumore molto frequente, e dagli studi è emerso che viene riscontrato solo in chi beve più di un bicchiere di alcolici al giorno.
Tra i consigli che il professore dà nel suo libro “Il Cibo dell’Uomo”, figura quello di limitare il consumo di bevande alcoliche: “Non sono raccomandate, ma per chi ne consuma si raccomanda di limitarsi ad una quantità pari ad un bicchiere di vino (da 120 ml) al giorno per le donne e due per gli uomini, solamente durante i pasti. La quantità di alcol contenuta in un bicchiere di vino è circa pari a quella contenuta in una lattina di birra e in un bicchierino di un distillato o di un liquore

Fonte: La Fucina

Check Also

sanità Asl Regioni

Sanità, buco nero nelle Asl: ma la soluzione della Lorenzin funziona?

I GUAI DELLA SANITA’ IN ITALIA? TORNARE AL CENTRALISMO, PRO E CONTRO Malagestione, riforme fatte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Costamagna contro Picierno: “Jobs act grave e inutile”

Nella puntata di ieri di "DiMartedì", la giornalista Luisella Costamagna decide di demolire in diretta...

Chiudi