Biotestamento, Berlusconi accusa pm: scavalcano Camere

BIOTESTAMENTO – “Sul ‘fine vita’ questione sensibile e legata alla sfera più intima e privata non si dovrebbe legiferare e anch’io la penserei così se non ci fossero tribunali che, adducendo presunti vuoti normativi, pretendono in realtà di scavalcare il parlamento e usurparne le funzioni”. Così recita una lettera del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, inviata ai deputati del Pdl, in merito al prossimo venturo disegno di legge sul testamento biologico.

LA LETTERA DI BERLUSCONI – “Scrivo questa lettera prima di tutto per ringraziarti dell’impegno speso nelle ultime settimane per far passare provvedimenti importanti in un contesto diffìcile e in un momento delicato per il nostro paese”, è la premessa di Berlusconi, “nella consapevolezza del grande senso di responsabilità, della lealtà e della compattezza dimostrate da tutto il gruppo parlamentare. Arriva in questi giorni in aula il disegno di legge sul cosiddetto ‘testamento biologico‘. È una legge parlamentare, su cui il governo non è tenuto a intervenire, ma allo stesso tempo è una legge che nasce da circostanze particolari su cui non solo il governo ha preso posizioni chiare e coraggiose, ma io personalmente mi sono adoperato ed esposto con assoluta convinzione”.

LA LINEA DEL PDL – “Nel nostro partito, che rispetta profondamente le libere convinzioni di ciascuno esistono sensibilità diverse su questo tema e non è mia intenzione – scrive il premier – chiedere che queste convinzioni personali siano sacrificate o compresse. Credo però che il lungo lavoro sul testo di legge abbia portato a un risultato largamente condivisibile di sintesi e mediazione alta. Questa legge sancisce per la prima volta il principio laico di ‘consenso informato’ per cui nessun trattamento sanitario può essere compiuto sul paziente senza che questi abbia espresso il proprio consenso assicurando così la libertà di cura”.

LA VITA PRIMA DELLA LIBERTA’ – “Noi liberali, cristiani, socialisti, riformisti, credenti di fedi diverse e non credenti- scrive Berlusconi – noi moderati, insomma, siamo convinti che la libertà, bene prezioso, non possa arrivare a negare la vita”.

L’APPELLO DI BERLUSCONI – “Ti chiedo dunque, – conclude la lettera di Berlusconi – ancora una volta, impegno e partecipazione, sicuro che, come sempre, saprai conciliare l’etica della convinzione con quella della responsabilità, così come accade quando si è di fronte a scelte e a decisioni importanti. Sicuro di poter contare sulla Tua attenzione e sulla Tua lealtà, Ti invio il mio più cordiale ed affettuoso saluto”.

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Strage Rapido 904 fu vendetta mafiosa per arresti 1984

NAPOLI - 23 Dicembre 1984: 16 persone morirono nella strage del Rapido 904 Napoli-Milano. La...

Chiudi