Bossi avverte Berlusconi, in Libia può capitare di tutto

LIBIA – Non è certo tranquillizzante la replica di Umberto Bossi, leader Lega Nord, alle domande sull’intervento italiano in Libia. L’escalation ha condotto ai primi bombardamenti italiani, che stanno seguendo una prima fase in cui i nostri aerei si limitavano alla guerra elettronica, neutralizzando i radar nemici. “Allora puo’ capitare di tutto”, ha assicurato Bossi.
“Puo’ capitare di tutto”, ha ripetuto Bossi in un convegno a Domodossola. Bossi però dilegua la nebbia di dubbi che ha avviluppato la stabilità del governo Berlusconi e precisa che la Lega “non farà cadere il governo per la Libia”. La Lega, altresì, non ha intenzione di fare un passo indietro o di cambiare idea:”Noi non facciamo un passo indietro”. Le preoccupazioni di Bossi riguardano anche le imminenti elezioni comunali:”A Milano corre Berlusconi: se si perde, perde Berlusconi”. Il Governo Berlusconi subirà dunque dei severi stress test nei prossimi giorni, prima con il passaggio parlamentare sull’intervento in Libia, poi con le elezioni comunali, messe in severo rischio dai recenti pasticci del Premier (Schengen, scalata Lactalis-Parmalat, bombe sulla Libia, ecc).

 

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Stati Uniti, i cicloni alzano il tiro: bilancio sale a 230 morti

28 APR 2011 - Alle 18.30 ora italiana sale a 230 la conta dei morti,...

Chiudi