CALCIO SCOMMESSE/ Signori: non ho mai giocato più di 400 euro

CALCIO SCOMMESSE – “Signori si nasce e non si diventa”. L’ex attaccante della Nazionale Beppe Signori coinvolto nell’inchiesta Last bet, è stato sottoposto all’interrogatorio di garanzia dal Gip di Cremona Guido Salvini. Tema centrale l’incontro a Bologna del 15 marzo scorso tra l’ex capitano rossoblu, i suoi commercialisti Giannone e Bruni, il titolare di agenzie di scommesse Massimo Erodiani e il calciatore Antonio Bellavista. Un incontro cruciale, da quanto emerge dalle indagini, per decidere combine e scommesse. Signori ha negato qualsiasi coinvolgimento, affermando di avere ricevuto proprio in quella occasione una proposta per corrompere i calciatori di Inter e Lecce,  prontamente rifiutata. I suoi legali sostengono che a finanziare le combine sia stato Giannone e che scopo di quell’incontro era spillare denaro a Signori.
Altra versione quella di Erodiani secondo cui fu proprio l’ex bomber a mostrare un quaderno con le tariffe per corrompere i giocatori, quaderno ritrovato nell’abitazione di Signori in occasione di una perquisizione. Tra quali braccia terminerà il walzer della responsabilità? Le scommesse sono aperte.

 

Check Also

Roma Lazio probabili formazioni

Roma Lazio probabili formazioni: oggi derby, “una partita speciale”

ROMA LAZIO PROBABILI FORMAZIONI (DERBY DI OGGI 8 NOVEMBRE 2015) – La parola d’ordine per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
PIERSILVIO BERLUSCONI/ Incidente sull’A7, si schianta in Porsche

PIERSILVIO BERLUSCONI - Lo scorso 27 maggio, alla vigilia dei ballottaggi delle amministrative in diverse...

Chiudi