Calendario Serie A 2012-2013: partite 22-23 settembre, anticipi e posticipi

.

calendario Serie A

Calendario Serie A 2012-2013: partite 22-23 settembre 2012, anticipi e posticipi quarta giornata. Il Campionato di calcio riparte oggi alle ore 18.00, con il primo anticipo della quarta giornata di Serie A. Parliamo di Parma Fiorentina, a cui seguirà stasera in prima serata la Vecchia Signora (Juventus Chievo). E’ una Juve quella di Conte che davvero non perde mai, anche quando è in forte difficoltà. Juventus Chievo arriva all’indomani di una clamorosa rimonta contro i campioni in carica della Champions League (Chelsea-Juventus 2-2). La Juventus è a punteggio pieno dopo le prime tre partite e il morale alle stelle: quasi impensabile che il Chievo possa espugnare lo Juventus Stadium, ma il pallone, si sa, è rotondo.

CALENDARIO SERIE A PARTITE DOMENICA 23 SETTEMBRE 2012 – Continuaiamo con l’anticipo domenic delle ore 12.30, sfida fra neopromosse in Serie A: Sampdoria-Torino. Punti importantissimi per squadre che hanno lo stesso target da raggiungere in classifica Serie A. Seguono le partite delle ore 15.00: Atalanta Palermo, Bologna Pescara, Cagliari Roma, Inter Siena, Udinese Milan, Catania Napoli. Chiude il calendario Serie A della quarta giornata il posticipo serale Lazio Genoa.

UDINESE MILAN L’ORA DELLA VERITA’ – Inutile dire che tutti gli occhi sono puntatati su Udinese Milan, match fondamentale per le sorti della panchina rossonera. Allegri ha detto chiaramente che non intende dimettersi, ma un’evenutuale sconfitta a Udinese potrebbe portare a una pedata presidenziale per Allegri, che non dovrebbe neppure preoccuparsi di darle, le dimissioni. L’allenatore del Milan, a volerla dire tutta, non è mai stato amatissimo da tifosi e società, neppure quando vinceva… figuriamoci ora. Dopo il calciomercato da esodo biblico del Milan, i rapporti fra Allegri e dirigenza rossonera sembrano essersi fatti ancora più tesi. Far partire mezza squadra, compresi i pezzi di argentieria più pregiata come Ibrahimovic e Thiago Silva, pare rappresentare la volontà della società di far trascorrere una stagione senza vittorie e all’insegna del risparmio, per poi ricostruire un Milan da ciclo vincente. Ma, superfluo dirlo, con un altro allenatore: chi ha detto Pippo?

 

 

Redazione online

Related posts

*

*

Top