Candidarsi alle elezioni 2013, Fermare il declino apre le liste

Fermare il declino, il movimento politico lanciato da Oscar Giannino su Radio 24, apre le liste per le Elezioni politiche, Senato e Camera 2013.

Sabato 8 dicembre compariva su fermareildeclino.it il seguente comunicato:

Fermare il declino: una lista alle prossime elezioni

Si è svolta oggi una riunione dei fondatori e dei coordinatori territoriali e tematici di Fermare il declino. I circa cento presenti hanno deciso all’unanimità di partecipare alle prossime elezioni nazionali e regionali. Hanno inoltre chiesto ad Oscar Giannino di guidare una lista elettorale aperta a movimenti civici e locali, ma che escluda alleanze con partiti politici esistenti, con nuove liste rappresentate da vecchi leader e con la classe dirigente responsabile del declino del nostro paese.

A breve verranno costituite liste elettorali ispirate ai principi di trasparenza, meritocrazia e democrazia, e una direzione provvisoria che affiancherà Oscar Giannino nella competizione elettorale. Nei prossimi mesi gli aderenti saranno invitati ad esprimersi e a votare gli organi sociali di una vera e propria formazione politica.

Le modalità:

Chi sceglierà di candidarsi dovrà sottoscrivere il codice etico che riportiamo qui:

Io sottoscritto… [omissis]

1. qualora eletto, mi impegno a dimettermi dalla carica ricoperta in caso di condanna penale definitiva per delitti contro la personalità dello Stato, contro la Pubblica Amministrazione e contro l’ordine pubblico;
2. mi impegno anche a valutare l’opportunità di una mia autosospensione dalla carica in caso di sentenza penale di primo grado o di rinvio a giudizio sia per i delitti di cui al comma precedente sia per reati che incidano in modo rilevante sulla onorabilità dell’imputato o del movimento che lo sostiene, fornendo quindi motivazione pubblica della decisione presa. In caso di iscrizione nel registro degli indagati, la mia eventuale autosospensione sarà valutata con le stesse modalità, dando risalto alla presunzione costituzionale di innocenza;
3. il programma elettorale della lista Fermare il declino per cui mi candido sarà il riferimento del mio agire politico; è mio dovere far prevalere il rispetto del programma e degli impegni assunti con gli elettori rispetto al passivo allineamento alle indicazioni del gruppo e dello stesso candidato Presidente, anche in caso di sua elezione;
4. in un momento di forte deterioramento della qualità della politica è importante introdurre comportamenti che riaffermino il valore civile e l’utilità dell’impegno politico. Mi impegno a svolgere l’attività politica uniformandola ai principi di correttezza, scritta e verbale, di sobrietà nella esposizione delle mie tesi, di rispetto di ogni interlocutore;
5. del pari, mi impegno a riconoscere il valore della competenza e a documentarmi costantemente sui temi su cui riterrò di prendere posizione. Tutti i miei interventi saranno sempre di stretta pertinenza alla materia oggetto di esame privilegiando la rapida soluzione del problema nell’interesse comune;
6. riconosco che l’attività politica rinnoverà il suo vigore se sarà stimolato e facilitato il ricambio dei componenti degli Organi Elettivi. Riconosco, in particolare, che la permanenza nella stessa carica di una medesima persona, fatte salve eccezioni motivate, non debba superare l’arco di due mandati elettivi consecutivi. Mi impegno sul mio onore a rispettare tutti i contenuti del presente documento.

Una sorta di giuramento per i candidati delle liste del movimento Fermare il declino, che va a integrarsi alle dieci proposte che il movimento presenterà alle prossime elezioni:

1 Ridurre l’ammontare del debito pubblico
2 Ridurre la spesa pubblica di almeno 6 punti percentuali del PIL nell’arco di 5 anni
3 Ridurre la pressione fiscale complessiva di almeno 5 punti in 5 anni,
4 Liberalizzare rapidamente i settori ancora non pienamente concorrenziali
5 Sostenere i livelli di reddito di chi momentaneamente perde il lavoro anziché tutelare il posto di lavoro esistente o le imprese inefficienti
6 Adottare immediatamente una legislazione organica sui conflitti d’interesse
7 Far funzionare la giustizia
8 Liberare le potenzialità di crescita, lavoro e creatività dei giovani e delle donne
9 Ridare alla scuola e all’università il ruolo, perso da tempo, di volani dell’emancipazione socio-economica delle nuove generazioni
10 Introdurre il vero federalismo con l’attribuzione di ruoli chiari e coerenti ai diversi livelli di governo

Approvare? Non approvare? Una cosa è certa, fermare il declino, movimento cinque stelle… tutte dimostrazioni che in Italia è possibile fare un partito su internet, rompendo il bipolarismo di una destra e una sinistra che non sembrano più esistere, quel che è da vedere, poi, è se si riesce a prendere almeno un punto percentuale, alle urne.

Foto: Angelo Busani

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Processo Ruby, scontro Boccassini Ghedini, video dal tribunale di Milano

Processo Ruby, Ilda Boccassini attacca strategia difesa Berlusconi davanti all'assenza di Karima El Marough, teste...

Chiudi