concorso scuola 2016

Concorsi, storia assurda: 43enne supera 19 bandi ma è ancora disoccupato

Oggi il Fatto quotidiano racconta la storia di un 43 anni, laureata in giurisprudenza, che nonostante la sua tenacia nel prepararsi e nel superare una lunga serie di concorsi pubblici, è ancora disoccupato. I suoi diritti non sono stati riconosciuti.

Per cavarsela, l’uomo collabora saltuariamente con alcuni enti pubblici, il precariato più assoluto, lavorando a due o tre mesi all’anno.

E pensare che ha studiato per circa 60 concorsi, superando nel bel 19.

“Con questa situazione è impossibile pensare di sposarsi, mettere su casa, formare una propria famiglia”. E a gennaio scadono 16 delle 19 graduatorie, nelle quali sarebbe fra i papabili assunti.

Fabio Apicella (nome di fantasia) 43 anni, è un laureato in Giurisprudenza della provincia di Salerno.

Con tenacia partecipa a concorsi ormai dal 2004.

“Nel frattempo, per qualche anno ho anche lavorato, rallentando un po’ gli studi – spiega – e, ancora prima di iniziare l’università, ho iniziato a partecipare ai concorsi”.

“Subito dopo la laurea ho cercato di intraprendere la professione di avvocato, ma il mio desiderio più grande era quello di potermi stabilizzare proprio vincendo un concorso. Quindi mi sono messo d’impegno”.

“Solo tra spese di trasporto e pernottamento laddove necessario – spiega – ho speso circa 5mila euro, ma voglio sottolineare che ci sono colleghi che hanno sborsato anche di più perché per prepararsi si sono iscritti a diversi corsi, per ognuno dei quali si può arrivare a pagare tra i 2mila e i 3mila euro”.

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Sondaggi referendum costituzionale: svolta clamorosa di Demopolis, Renzi dead man walking

Ultimi sondaggi referendum costituzionale 3 novembre 2016. Dopo il colpo di scena di Demopolis di...

Chiudi