Depenalizzazione reati 2016: lista e nuove sanzioni

Ci siamo occupati di depenalizzazioni a partire dal dicembre 2014 (QUI) quando scoppiò il caso della depenalizzazione dei reati collegati al maltrattamento degli animali (QUI) per poi pubblicare la lista definitiva nell’aprile 2015 e parlare oggi del nuovo decreto legislativo che riguarda altri reati.

Parte la depenalizzazione, tra illeciti amministrativi e sanzioni pecuniarie civili: lo schema con le nuove e le vecchie sanzioni.

Con la definitiva approvazione del decreto legislativo concernente la depenalizzazione di alcuni reati in illeciti amministrativi il quale prevede la modifica e la revisione sia delle disposizioni del codice penale sia di alcune leggi speciali.

Si è decisa la depenalizzazione per tutti gli illeciti sanzionati attraverso multa o ammenda, escludendo tutte i reati concernenti la salute e la sicurezza sul lavoro, l’ambiente ed il territorio, la sicurezza pubblica, il gioco d’azzardo, le armi, le elezioni ed il finanziamento ai partiti e si è poi provveduto all’abrogazione di alcuni reati e all’introduzione di illeciti con sanzioni pecuniarie civili.

In poche parole si è sostituita la pena con una sanzione pecuniaria civile.

Resta escluso dal provvedimento il reato di immigrazione clandestina, al centro del dibattito politico dopo che il Parlamento aveva esplicitamente votato a favore della depenalizzazione, ma i giochi politici sono più importanti dell’eliminazione definita dall’Associazione Nazionale MagistratiInutile e dannosa

Per via del principio del favor rei – se la legge in vigore al momento in cui è stata commessa la violazione e le leggi posteriori stabiliscono sanzioni di entità diversa, si applica la legge più favorevole, salvo che il provvedimento di irrogazione sia divenuto definitivo – la depenalizzazione riguarderà anche i reati commessi prima all’entrata in vigore del decreto a meno che non siano condanne passate in giudicato, per le quali il favor rei non è applicabile.

Le sanzioni che sostituiranno il reato penale sono state aumentate in base a tre scaglioni che si riferiscono agli anni di punizione quando era previsto l’arresto e sono:

1) sanzione da 5 mila a 15 mila euro per reati puniti con l’arresto fino a sei mesi;
2) sanzione da 5 mila a 30 mila euro per reati puniti con l’arresto fino a un anno;
3) sanzione da 10 mila a 50 mila euro per reati puniti con un pena detentiva superiore a un anno.

Chi sarà condannato potrà comunque fare opposizione alla condanna.

12620359_1041347105906664_1918718654_o

LE NUOVE VIOLAZIONI CIVILI

Oltre ai reati penali trasformati in illeciti amministrativi, sono stati presi in considerazione anche i reati penali trasformati in illeciti civili. In questo caso si è optato di lasciar decidere alla vittima se agire o meno contro il responsabile, liminando così l’onere di farlo d’ufficio da parte della Procura.

Nel caso in cui la vittima non intenderà fare causa, il fatto rimarrà impunito e il responsabile non dovrà pagare nulla neanche allo Stato.

Ecco i principali reati depenalizzati dal Governo.

DEPENALIZZAZIONI DI REATI PREVISTI NEL CODICE PENALE

REATI CONTRO LA FEDE PUBBLICA

Falsità in scrittura privata (Art. 485)

Falsità in foglio firmato in bianco. Atto privato (Art. 486)

Falsità su un foglio firmato in bianco diverse da quelle previste dall’articolo 486.

Uso di atto falso. Atto privato (Art. 489, co. 2)

Soppressione, distruzione e occultamento di scritture private vere (Art. 490)

REATI CONTRO LA MORALITÀ E IL BUON COSTUME

Atti osceni (Art. 527, co. 1)

Pubblicazioni e spettacoli osceni (Art. 528, co. 1 e 2)

REATI CONTRO LA PERSONA

Ingiuria (Articolo 594)

REATI CONTRO IL PATRIMONIO

Sottrazione di cose comuni (Art. 627)

Danneggiamento semplice(Art. 635, co. 1)

Appropriazione di cose smarrite, del tesoro o di cose avute per errore o caso fortuito (Art. 647)

CONTRAVVENZIONI DI POLIZIA

Rifiuto di prestare la propria opera in occasione di un tumulto (Art. 652 commi 1-2)

Abuso della credulità popolare (Art. 661)

Rappresentazioni teatrali o cinematografiche abusive (Art. 668, co. 1, 2 e 3)

Atti contrari alla pubblica decenza. Turpiloquio (Art. 726)

DEPENALIZZAZIONI DI REATI PREVISTI DA LEGGI SPECIALI

REATI IN MATERIA DI STUPEFACENTI

Mancato rispetto dell’autorizzazione alla coltivazione di stupefacenti per uso terapeutico (art. 28, co. 2 del Dpr 309/1990)

REATI IN MATERIA DI PREVIDENZA

Omesso versamento delle ritenute previdenziali e assistenziali (Art. 2 del Dl 463/1983)

REATI IN MATERIA DI CIRCOLAZIONE STRADALE

Guida senza patente (Art. 116, co. 15, del Dlgs 285/1992)

RICICLAGGIO

Omessa identificazione (Art. 55, com. 1, del Dlgs 231/2007)

Omessa registrazione (Art. 55, co. 4, del Dlgs 231/2007)

REATI IN MATERIA DI DIRITTO SOCIETARIO

Impedito controllo ai revisori(Art. 29 del Dlgs 39/2010)

REATI IN MATERIA DI DIRITTO FALLIMENTARE

Omessa trasmissione dell’elenco dei protesti cambiari da parte del pubblico ufficiale (Art. 235 del Rd 267/1942)

REATI IN MATERIA DI ASSEGNI

Emissione di assegno da parte dell’Istituto non autorizzato o con autorizzazione revocata (Art. 117 del Rd 1736/1933)

REATI IN MATERIA DI INTERRUZIONE DELLA GRAVIDANZA

Interruzione volontaria della propria gravidanza senza l’osservanza delle modalità indicate dalla legge (Art. 19, co. 2, della legge 194/1978)

REATI IN MATERIA DI PUBBLICA SICUREZZA

Violazione delle norme per l’impianto e l’uso di apparecchi radioelettrici privati (Art. 11 del Rd 234/1931)

REATI IN MATERIA DI DIRITTO D’AUTORE

Abusiva concessione in noleggio(Art. 171-quater del legge 633/1941)

REATI IN MATERIA DI GUERRA

Omissione di denuncia di beni(Art. 3 del decreto legislativo luogotenenziale 506/1945)

REATI IN MATERIA DI MACCHINE UTENSILI

Alterazione del contrassegno di macchine (Art. 15 della L. 1329/1965)

REATI IN MATERIA DI COMMERCIO

Installazione o esercizio di impianti

REATI IN MATERIA DI CONTRABBANDO E VIOLAZIONI DOGANALI

Contrabbando nel movimento delle merci attraverso i confini di terra e gli spazi doganali (Art. 282 del Dpr 43/73)

Contrabbando nel movimento delle merci nei laghi di confine (Art. 283 del Dpr 43/1973)

Contrabbando nel movimento marittimo delle merci (Art. 284 del Dpr 43/1973)

Contrabbando nel movimento delle merci per via aerea (Art. 285 del Dpr 43/1973)

Contrabbando nelle zone extra-doganali (Art. 286 del Dpr 43/1973)

Contrabbando per indebito uso di merci importate con agevolazioni doganali (Art. 287 del Dpr 43/1973)

Contrabbando nei depositi doganali(Art. 288 del Dpr 43/1973)

Contrabbando nel cabotaggio e nella circolazione (Art. 289 del Dpr 43/73)Contrabbando nell’esportazione di merci ammesse a restituzione di diritti (Art. 290 del Dpr 43/1973)

Contrabbando nell’importazione od esportazione temporanea (Art. 291 del Dpr 43/1973)

Altri casi di contrabbando (Art. 292 del Dpr 43/1973)

Pena per il contrabbando in caso di mancato o incompleto accertamento dell’oggetto del reato (Art. 294 del Dpr 43/1973)

Check Also

Perché è importante convertire i propri filmati in un formato diffuso

Il mondo dei media è cresciuto a dismisura tanto da portarci a fruire di filmati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Arriva la neve, occhio alle ordinanze per la circolazione

Le norme che disciplinano la guida nel periodo invernale sono scattate da oltre un mese,...

Chiudi