dimissioni Giannino

Dimissioni Giannino: irrevocabili, ma resta candidato Premier. Chi è Silvia Enrico

DIMISSIONI GIANNINO, COSA SUCCEDE IN “FARE” DOPO LO SHOCK (21/02/2013) – Non si ferma il progetto di “Fare per Fermare il Declino”. Lo shock per le polemiche lanciate da Zingales su doppia laurea e master non conseguiti cui hanno fatto seguito le dimissioni del leader Oscar Giannino non sembrano aver intaccato la verve del movimento. Al posto del giornalista economico è salita l’avvocatessa di ferro Silvia Enrico, 36 anni, emozionatissima. Ma per questo non meno combattiva nel difendere la bontà del progetto, e la capacità di reazione allo scandalo Giannino.

“OSCAR RIMANE NOSTRO PREMIER” – “Auspichiamo che Oscar continui il suo impegno politico: rimane il nostro candidato premier e siamo orgogliosi di averlo candidato nelle nostre liste” ha annunciato Silvia Enrico, dopo le dimissioni Giannino, ai cronisti nella tarda serata di ieri. La nuova leader, inoltre sottolinea come il movimento sia riuscito in modo così veloce a reagire agli scandali. Sulle dimissioni di Giannino “Me lo aspettavo,è successo quello che succede tra le persone perbene ma va distinto l’aspetto personale da quello politico. Oscar ha commesso un errore e ha presentato le dimissioni. Il movimento nonè solo Oscar Giannino e c’è un nuovo modo di fare politica in Italia. Il movimento può uscirne rafforzato perché abbiamo dimostrato che facciamo la differenza. Lo scandalo è uscito dall’interno ed e’ stato risolto in modo trasparente e pubblico. Non immagino alcun leader che a tre giorni dal voto avrebbe rassegnato le dimissioni e detto di aver sbagliato. Quel pezzo di mondo etico che noi rivendichiamo e che invidiamo ai paesi esteri oggi e’ presente in Italia con Fare per fermare il declino’.

DIMISSIONI GIANNINO IRREVOCABILI – Quella di ieri è stata una giornata intensa per l’ex leader di Fare. Prima l’annucio tramite un tweet. “E’ una regola secca: chi sbaglia paga. Deve valere in politica e con i soldi pubblici, io comincio dal privato. Ora giù a pestare destra, sinistra e centro”. Oscar Giannino motiva così la sua decisione di dimissioni irrevocabili da presidente di “Fare per fermare il declino”. Poi la resa a le “Invasioni Barbariche”. Ospite dalla Bignardi, il candidato premier di Fare ha ammesso la sua colpevolezza. “Sì, non ho mai smentito di avere due lauree (ndr: una in economia e una in giurisprudenza) e il master che mi è stato attribuito”. Sul perché di queste bugie: “Giannino chiede scusa, e chiarisce che la sua vicenda non ha nulla a che fare con il movimento. Precisa di non aver mai usato il suo curriculum per ottenere favori personali, soldi o altro, ma ammette che di bugie comunque si tratta e che un passo. Ma non è un addio alla politica. “Deciderò poi cosa fare”: dice alla Bignardi che gli chiede più volte se ha chiuso con quest’esperienza. “Ho ancora qualcosa da dare”. Le dimissioni Giannino non sono la fine politica di Oscar.

CHI E’ SILVIA ENRICO, NUOVO PRESIDENTE FARE PER FERMARE IL DECLINO – Ma chi è la nuova leader di “Fare” ? Silvia Enrico, trentasei anni, nata ad Albenga (Savona), è il nuovo presidente di Fare per fermare il declino. Dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza all’Università di Genova, la Enrico ha iniziato la sua esperienza professionale a Milano nello studio del professor Francesco Galgano. Poi, nel 2009, lo apre lo studio legale “4legal”, specializzandosi in diritto societario e commerciale. Fino ad oggi ha ricoperto il ruolo di coordinatrice in Liguria. La direzione nazionale di Fare l’ha nominata all’unanimità, in seguito alle dimissioni Giannino.

LA CORSA AI VOTI DEI DELUSI – Intanto però, dopo le dimissioni Giannino, c’è già chi ha lanciato la caccia al voto di Oscar Giannino. Una rapina elettorale tentata da entrambi i poli. Parte il candidato del centrosinistra, Umberto Ambrosoli: «I punti fondamentali della proposta di Giannino per la Regione Lombardia come la trasparenza, la meritocrazia e la liberazione del mondo della sanità dalla politica sono i punti del nostro programma – ha spiegato a margine di un incontro con Anci Lombardia – e gli elettori di quel movimento votando noi possono portarli al governo» . Mentre sul fronte del centrodestra Maroni non va per il sottile: «Giannino ha detto di avere due lauree, un master e non so cos’altro e poi si scopre che invece è un

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
video Milan Barcellona 2013
VIDEO/ Milan Barcellona 2013: impresa da sogno in Champions League

VIDEO MILAN BARCELLONA 2-0 CHAMPIONS LEAGUE 20 FEBBRAIO 2013 - La notte magica di San...

Chiudi