elezioni 2013 movimento 5 stelle

Elezioni 2013: foto del voto che inguaia elettore Movimento 5 Stelle

ELEZIONI 2013, ELETTORE MOVIMENTO 5 STELLE SCATTA FOTO ALLA SCHEDA VOTATA E RISCHIA IL CARCERE – Rischia il carcere per aver scattato una foto dentro alla cabina del seggio elettorale e averla postata su Facebook. Le elezioni 2013 potrebbero diventare un brutto ricordo, per l’ingenuo elettore. E’ l’incubo di Amedeo Sollazzo e Roberto Buri, due attivisti del movimento 5 stelle che hanno messo in scena una singolare iniziativa. I due “grillin” rischiano di pagare dazio per il “Grillo pride”, ossia l’eccessiva foga nel manifestare il consenso al cyber-movimento del comico genovese. I due sono arrivati addirittura a scattare una foto dentro al seggio, e postarla su Facebook. Non in una pagina qualunque. Ma quella del Movimento 5 stelle. Immediata l’ilarità, ma anche i consigli di toglierla. La legge prevede infatti il segreto elettorale. E mostrare prove tangibili dell’avvenuta votazione è reato penale. Chi lo fa rischia dai 3 ai 6 mesi di reclusione. E fino a 1000 euro di multa. Forse anche per questo, la foto è stata on-line poco tempo. Ma tanto è bastato per attivare le polemiche

[SlideDeck2 id=43866 iframe=1]

CE NE SONO ALTRI – Gli elettori in questione non sono gli unici in Italia. Se, infatti, sul sito di foto per smartphone e tablet Instagram si fa una ricerca con gli tag #M5S o #Movimento5Stelle spuntano altre diapositive simili.

VOTO DI SCAMBIO – L’istituzione del reato è chiara: quella di evitare il voto di scambio. Per questo motivo sulla pagina immediatamente si è levato il divieto di emulare il gesto dei due attivisti. La legge elettorale parla chiaro: “E’ vietato introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini”. Venuti a conoscenza si è levato un post sul sito: “Importante: è vietato fare foto dentro alla cabina elettorale” è la scritta che ha fatto seguito alla pubblicazione della foto. Per quanto poco tempo la foto sia comparsa, tramite lo screen-shot ricavato dallo schermo del pc è stato possibile far girare ulteriormente la foto. Troppa foga, poca informazione sulle regole oppure oppure eccesso di entusiasmo per le elezioni 2013, tra le leve del Movimento 5 stelle?

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

8 comments

  1. questa è una bufala! dove sono i controlli che dovrebbero evitare i telefonini, Secondo me è tutto preparato da coloro che non vogliono far accedere il movimento 5 stelle, mi gioco le palle, ormai non mi fido più nè dei giornalisti che son sempre di parte, nè della stampa,,,,,,,,,,questo è puro boicottaggio, e poi a chi gioverebbe mostrare il proprio voto dalla cabina?, ma andate a ca…..e, lasciate che il popolo sia libero di esprimersi,

  2. si vabbeh per voi grillini è tutto bufala se siete poi voi a puntare il dito allora è oro colato. mi dispiace ma nel tuo movimento può esistere gente cretina. e saran cazzi loro :)

  3. e io che pensavo che erano i berlusconiani a essere scemi. ops aspetta exberlusconiani sono nel m5s ecco spiegato la deficenza

  4. Mettono in carcere per una cazzo di foto e non fanno una piega e fanno fatica anche solo ad uscire quando ci sono maltrattamenti animali?
    BENE BENE!

  5. io non sono 5stelle ma neanche pdl anche secondo me uno di qualche altro partito ha fatto questo x danneggiare il 5stelle non c’e’ + religione……..fanno tutti veramente schifo………..

  6. Su 50 milioni di italiani aventi diritto al voto è quasi normale che vi siano due o tre disinformati sulle norme vigenti in merito, anche questo è simbolo di un Italia costantemente disinformata.
    Mi dispiace per loro che son sicuro fossero totalmente in buona fede (e per fortuna, se mai troveranno prove serie per incriminarli, ci saranno tutte le attenuanti del caso), ma per un Movimento che ha fatto di internet la sua vera e propria base operativa, era quasi logico che qualcuno facesse un errore simile.
    L’unica cosa da fare è cercar di informare tutti gli internauti in modo da non ripetere lo stesso errore.

  7. Mi viene da ridere, il popolo e’ sempre quello che viene bastonato dai poliziotti con tanto di manganelli, lo avete mai visto un politico prendere un calcio dal poliziotto ? NO ! Ora per una bravata stanno facendo il “processo di Norimberga”, sapendo quello che al governo combinano, viene chiuso un occhio, anzi tutti e due, al primo di noi che esce dalle righe….PRIGIONE. questa nazione deve essere cambiata al più presto, che schifo. Amen

  8. OCCORREREBBE ANCHE VIETARE AI RAPPRESENTANTI DI LISTA DI TENERE IL REGISTO DI CHI, A DUE ORE DALLA CHISURA DELLE URNE, NON ABBIA ANCORA VOTATO PER POI COMUNICARE QUEI NOMI AL PROPRIO PARTITO CHE SGUINZAGLIA GLI ATTIVISTI A CERCARE DI CONVINCERE GLI AFFINI (MA SOLO QUELLI) AD ANDARE A VOTARE. QUESTO SUCCEDEVA E SUCCEDE NEI PICCOLI PAESI DOVE LA GENTE GLI ORIENTAMENTI POLITICI DELLA GENTE SONO NOTI. LA LEGGE SULLA TUTELA DELLE OPINIONI ELETTORALI NON ESISTE IN QUESTI CASI? IL RAPPRESENTANTE DI LISTA NON E’ UN SOGGETTO ISTITUZIONALE COME LO SONO SCRUTATORI E PRESIDENTE DI SEGGIO CHE NON POTREBBERO, ALTRIMENTI, ESPLETARE IL LORO INCARICO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Elezioni 2013/ Studenti erasmus a Madrid, io voto lo stesso (video)

Una singolare protesta allestita dagli studenti erasmus a Madrid, tagliati fuori dalla contesa elettorale. In...

Chiudi