facebook

Facebook: sei gradi di separazione? Ne bastano quattro

facebook

Facebook: sei gradi di separazione? Ne bastano quattro. Oggi parliamo ancora una volta del popolare social network. Cosa? Facebook. Secondo una recente analisi, il social si permette più facilmente di trovarci o ritrovarci all’occorrenza, di comunicare. Un esempio? Tra due amici il grado di separazione è zero, tra due persone che non si conoscono, ma hanno un amico in comune è uno.

Affinchè tutti siano collegati a tutti era di sei, nella realtà, ma grazie al social network questo valore scende di numero, raggiungendo quota quattro. Questo studio è stato compiuto da un gruppo di ricercatori italiani dell’Università Statale di Milano guidati da Sebastiano Vigna, che ha inventato un nuovo algoritmo ed un software per misurare i “gradi di separazione” fra gli utenti su Facebook. Secondo gli esperimenti realizzati da Stanley Milgram alla fine degli anni Sessanta su un piccolo numero di persone stabilì che ci sono sei gradi di separazione, in parole povere che qualsiasi coppia di persone sia separata in media da non più di sei conoscenze intermedie.

In pratica, cosa vuol dire? Che il più sperduto contadino può essere sempre ricondotto, attraverso sei persone che si conoscono tra loro, ad esempio a un commerciante di vino. John Guare ha utilizzato l’idea per un’opera teatrale da cui è stato tratto il celebre film “Sei gradi di separazione”, il primo film che vide l’ex principe di Beal Air nonché men in black e Alì Will Smith nel ruolo di protagonista.

Un gruppo di esperti della Statale di Milano, in collaborazione con due informatici di Facebook, di effettuare per la prima volta un esperimento simile nel globo. Hanno usato algoritmi sviluppati dal Laboratorio di Algoritmica per il Web dell’Università si è potuto per la prima volta calcolare i gradi di separazione tra tutte le coppie di individui su Facebook. Voi cosa ne pensate?

Check Also

Perché le aziende ormai non possono rinunciare al laser

Il ricorso al laser è diventato ormai una necessità imprescindibile per la maggior parte delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Un amore e una vendetta
Un amore e una vendetta: anticipazioni ultima puntata

Un amore e una vendetta: anticipazioni ultima puntata. In onda questa sera l'ultima puntata della fortunata...

Chiudi