Festa della Repubblica 2011/ Roma: Berlusconi fischiato scappa

FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2011Roma: mala tempora per Berlusconi e il suo governo. Mazzate alle elezioni amministrative 2011 e mazzate sul referendum per il nucleare in Italia, approvato dalla Corte di Cassazione a dispetto dei magheggi governativi volti a procrastinare la faccenda. E dopo le mazzate, pure i fischi. Giunto all’Altare della patria, il presidente del Consiglio Berlusconi è stato salutato da un coro di fischi. Poi è arrivato anche qualche applauso (non è chiaro se rivolto a Berlusconi o a quelli che lo fischiavano). Berlusconi, vista la mala parata, ha scelto la fuga strategica in auto. Il programma iniziale prevedeva di arrivare a piedi fino al palco d’onore ai Fori imperiali, partendo da piazza Venezia. Tutto nella norma: Berlusconi non ha voglia di fare un passo indietro, figuriamoci se ha voglia di fare due passi.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali 2018: M5S ha un potenziale del 33%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (7 FEBBRAIO 2018) – M5S PRIMO PARTITO, MA PUO’ ANCORA CRESCERE …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
2 Giugno 2011, Festa della Repubblica: Roma blindata

Grande fermento a Roma per la Festa della Repubblica.

Chiudi