Fiorello Show: i fratelli presentano fiction Sarò sempre tuo padre

.

sarò sempre tuo padre fiorello show

Fiorello Show: i fratelli presentano fiction Sarò sempre tuo padre. Altra giornata di record per Rosario Fiorello e il suo programma “Il Più Grande Spettacolo dopo il Weekend”. Il “mattatore siciliano” può godersi il meritato risposo e decidere di non prepararsi per il prossimo e ultimo appuntamento. Ironicamente ieri durante la sua incursione a “Domenica In” ha dichiarato che una riconferma del record di asolti gli avrebbe dato il lusso di chiudere con la terza puntata. Scherza Fiorello forse un po’ per scaramanzia ma gli ascolti sono dalla sua con il 43% di share e oltre 11 milioni di telespettatori a seguirlo e a ridere con lui.

L’appuntamento di ieri è stato riservato alla famiglia, ospite speciale tra duetti e sketch Beppe Fiorello. Con il fratello Fiorello ha scherzato, ha ironizzato sulla propensione di Beppe al dramma, partendo da quando erano piccoli. I due nello scherzo decidono di mettere in scena quel film che non hanno mai girato. Il momento sembra privo di ogni copione scritto, i due vanno a braccio supportati da bravura e complicità. Quella bravura e quella complicità che li rende unici sul palco del teatro.

Buio attorno un cono di luce su di loro la finzione ha inizio. Con Beppe ferito tra le braccia di Rosario. Tra risate e battute si arriva al colpo di scena finale, l’apoteosi del dramma con Fiorello che mette fine alle sofferenze di Beppe per il tanto richiesto picco di ascolto. Perché se Rosario aveva preso in giro il fratello sulla sua propensione al dramma Beppe ha raccolto la “sfida”. Tagliato per i ruoli stappa lacrime conferma che anche lui i picchi di ascolto li fa e li fa puntualmente nel momento in cui muore. Beffardo Rosario ruba la popolarità del fratello con il colpo di scena finale.

Le luci si alzano parte l’applauso e il saluto di entrambe ai messinesi e a tutti coloro che sono stati colpiti dall’alluvione. Beppe lascia il palco Rosario rimane solo e tempo di continuare e di prepararsi per accogliere al meglio il mito italo-americano Tony Bennet.

Marianna Antenucci

Related posts

*

*

Top