nardella_renzi_675-630x257

Firenze, indagati assessore Vannucci e amico Renzi: “bandi truccati”

C’è la dirigente comunale super-renziana, c’è l’amico di Tiziano e Matteo Renzi, c’è l’assessore allo Sport di Firenze, uomo vicino al deputato Pd Francesco Bonifazi. E insieme a loro, ci sono altre cinque persone.

Sono tutti indagati, a vario titolo, per falso e turbativa d’asta nell’assegnazione della gestione di piscine comunali di Firenze.

L’inchiesta, condotta da procura e Guardia di Finanza, indaga sugli affidamenti di impianti sportivi a privati.

Angelo Antonio Pezzuti, gip, parla di “rapporto collusivo” e “intesa” fra imprenditori, dirigenti comunali e assessore.

L’indagine tocca personalità che sono considerate astri della galassia renzista.

Si parla di Andrea Vannucci, assessore allo Sport, amico del tesoriere Pd Bonifazi; di Elena Toppino, dirigente scelta dall’allora sindaco Matteo Renzi; di Franco Bonciani, amico di vecchia data sia di Tiziano che di Matteo Renzi, nonché ex segretario del Pd di Rignano sull’Arno.

Ci sono anche alcune interdizioni dai pubblici uffici ordinate dal gip, chieste dai pm Filippo Focardi e Giuseppina Mione.

Un anno per Elena Toppino e 6 mesi per Loris Corti, funzionario comunale; un anno di interdizione dall’esercizio dell’impresa per Cipriano Catellacci e Franco Bonciani; nessuna misura per l’assessore Vannucci e gli altri indagati.

Leggiamo da ilfattoquotidiano.it:

Le gare per cui è prefigurata la turbativa d’asta riguardano le piscine San Marcellino (2013) e Paganelli (2015) di Firenze. La loro gestione andò a società sportive riunite in associazione temporanea d’impresa (Ati) dove è stata evidenziata una marcata esposizione debitoria col Comune. Una condizione, questa, di esclusione certa dai bandi, che però gli indagati omettevano di rilevare, presentando domande di partecipazione assolutamente incomplete. Inoltre, per la piscina Paganelli, il modo di formazione del bando, il punteggio per il reimpiego del personale e la durata della concessione doppia rispetto al previsto sono clausole per il gip inserite come “frutto dell’accordo collusivo fra funzionari comunali e Catellacci”. Nonostante tali aspetti, il gip Pezzuti ravvisa che proprio il rapporto illecito instauratosi tra gli indagati (figure del Comune e privati) avrebbe turbato entrambe le gare favorendo l’Ati guidata da Firenze Pallanuoto di Cipriano Catellacci e a cui aderiva, tra le altre, anche la società Acquatica Ssd di Bonciani e la Centro Nuoto Cittadella.

Così il sindaco Dario Nardella. “Piena fiducia nella magistratura: siamo fiduciosi che gli indagati sapranno dimostrare la loro innocenza”. “Per noi vale il detto di Giorgio la Pira: ‘male non fare paura non avere’. Confido, altrettanto, che sia l’assessore Vannucci che i tecnici coinvolti del Comune potranno dimostrare di avere operato e applicato leggi e regole nell’esclusivo interesse pubblico”.

Check Also

ultime notizie pensioni Boeri

Pensioni ultime novità da Boeri: allarme sulla “anomalia” di chi è fuggito all’estero

PENSIONI ULTIME NOVITA’ (19 LUGLIO 2017) – IL PRESIDENTE INPS LANCIA ALLARME SUI PENSIONATI ALL’ESTERO …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
M5S Lega Nord
Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S non smette di stupire, Centrodestra avanza

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (23 GIUGNO 2017) - M5S INCROLLABILE, ATTENTI AL CENTRODESTRA L'analisi di...

Chiudi