Gianfranco Fini: ora maggioranza c’è, ma bisogna affrontare problemi

Il Presidente della Camera Gianfranco Fini parla all’indomani del voto della Camera sul conflitto d’attribuzione nell’ambito del processo Ruby.

IL FATTO

Per la procura di Milano, che segue il processo a carico del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi denominato “caso Ruby”, è stato sollevato dal Parlamento il conflitto d’attribuzione. La mozione è passata con il voto positivo di 314 sì e 302 no. Una maggioranza risicata ma comunque esistente, che ha permesso il vaglio di questa mozione. Gianfranco Fini si esprime sullo svolgimento.

LE DICHIARAZIONI

Per il presidente della Camera, Gianfranco Fini, “l’Italia ha tali e tanti problemi da rendere indispensabile un governo capace di affrontarli. E’ noto che il mio giudizio sull’operato del governo Berlusconi da questo punto di vista è negativo”. Tuttavia “si va al voto se in Parlamento non c’è una maggioranza capace di essere tale, di sostenere il governo. In questo caso la maggioranza c’è ancora” anche se “forse più numerica che politica”.

Queste esternazioni di Gianfranco Fini sono riconducibili a quanto dichiarato lo scorso Febbraio, in più di un’occasione il Presidente della Camera ebbe a dire che Silvio Berlusconi era impegnato in un’autentica “compravendita di parlamentari”.

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Processo 6 aprile, Ghedini e Longo assenti in aula

Piero Longo e Niccolò Ghedini, avvocati di Silvio Berlusconi, saranno assenti il 6 aprile nel...

Chiudi