fine calendrio Maya

Fine calendario Maya: Doodle apocalittico per il 21 dicembre 2012

FINE CALENDARIO MAYA – “Io sono ancora qua” cantava Vasco rossi, noi tutti siamo ancora qua, nonostante oggi 21 dicembre 2012 i Maya ci avevano predistinato la fine del mondo. Al momento, questo 21 dicembre 2012 sembra un giorno come tanti altri: c’è chi va al lavoro, chi il lavoro lo va a cercare ma (ahimè) non lo trova, chi è alle prese con le ultime spese natalizie, ed intanto Google ha voluto ricordare questa fine del mondo con uno dei suoi Doodle dedicato ai Maya. Un doodle statico raffigurante la Google in antiche scritture. Un doodle che ci vuole far ricordare quale è la vera natura del 21 dicembre 2012 per i Maya, un giorno arricchito in tanti anni di falsi miti e leggende, e che l’hanno fatto diventare il giorno dell’Apocalisse.

LA STORIA DELLA FINE DEL MONDO

Per i Maya, il 21 dicembre 2012 è la fine di un era: per il loro calendario, ogni era è divisa cicli compiuti, oggi è l’ultimo giorno di un ciclo che chiude un’era, e questo per loro significava cambiamento, e non di certo fine del mondo, un giorno che poi darà il via ad un nuovo ciclo. I Maya dunque usavano ben tre tipi di calendario (ognuno chiamato ciclo) e come loro anche altri popoli dell’America centrale come Atzechi e Toltechi, il primo è molto simile al nostro, chiamato Haab conta 18 mesi da 20 giorni, per un totale di 365 giorni annui.

FINE CALENDARIO MAYA, SOLTANTO UN NUOVO INIZIO!

Il secondo ciclo, il Tzolkin, è diviso in 20 mesi da 18, arrivando ad un anno di 260 giorni. L’ultimo invece, il Lungo Computo, non è basato su giorni o settimane, ma su un sistema di numerazione abbastanza complesso, e l’ultimo giorno di questo ciclo che chiude un’era, coincide proprio il il 21 dicembre 2012. La fine del calendario Maya, insomma non vuol dire assolutamente la fine del mondo!

Google ha voluto omaggiare la fine del mondo con il suo Doodle dalle antiche scritture per ricordare a tutti che allafine, l’Apocalisse non ci sarà e quindi ci aspetterà un 2013 davvero coi fiocchi. Ci toccherà assistere al Festival di Sanremo, e probabilmente alla terza stella sulle maglie della Juventus. Ci toccherà anche andare nuovamente a votare. Insomma, chi è che in fondo in fondo non sperasse davvero in questa fine del mondo ineisme alla fine del calendario Maya?

Check Also

I programmi tv per gli appassionati di barche

La proliferazione di canali dovuta al digitale terrestre ha fatto sì che ogni nicchia potesse …

One comment

  1. grande lo spaevo ma nessuno mi voleva crede'

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
fine del mondo 21 dicembre 2012
21 dicembre 2012: 10 motivi per cui me gusta la fine del mondo

21 DICEMBRE 2012: 10 MOTIVI PER DIRE SI' ALLA FINE DEL MONDO Mancano poche ore...

Chiudi