M5S Lega Nord

Governo M5S-Lega? E’ l’unico antidoto all’inciucio eterno Pd-Fi

Non è la prima volta che discutiamo dell’ipotesi di un governo “pentaleghista”.

In tempi di crisi di governo, ci pare interessante tornare sul tema: è davvero possibile una simile intesa? Secondo noi sì. Anzi: forse è l’unico argine possibile a un inciucio perenne fra Partito Democratico, Forza Italia e cricche satellite dell’area moderata.

Da tempo i vecchi partiti hanno capito che far votare gli italiani sta diventando pericoloso. La conferma definitiva è arrivata con l’esito del referendum costituzionale.

A prescindere dalla composizione del prossimo governo, di una cosa possiamo stare sicuri: la legge elettorale verrà pensata e scritta in funzione anti M5S.

Il ritorno alla Prima Repubblica è la via più facile e probabile. La nostra scena politica è spaccata in tre poli all’incirca equivalenti. Con una legge proporzionale, i due perdenti (Pd e Forza Italia) potranno eventualmente mettersi insieme e contare più del vincente (M5S).

Ma nel caso in cui M5S dovesse andare particolarmente bene, risultando come prima forza politica del Paese, Sergio Mattarella dovrebbe comunque dare ai grillini l’incarico esplorativo per provare a formare un nuovo governo.

A questo punto M5S si troverebbe a un bivio. O chiedere l’appoggio della destra anti-Ue (Lega Nord e Fratelli d’Italia) oppure fallire e consegnare il Paese all’inciucio Pd-Fi.

Attenzione: da quest’ultima intesa sarebbero esclusi anche Matteo Salvini e Giorgia Meloni! Sanno che perderebbero la faccia ad appoggiare un governo del genere, a mischiarsi con gente che – per dirne una – ha approvato la riforma Fornero.

Anche dal punto di vista dei partiti di destra, quindi, sarebbe più conveniente appoggiare un governo M5S piuttosto che essere tagliati fuori.

In breve, votando con un proporzionale o si va verso l’inciucione del Partito Unico o, se preferite, della Democrazia Cristiana 2.0, oppure M5S trova quei voti che gli mancano in Lega Nord e Fdi.

Tertium non datur.

 

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali pd

Sondaggi choc, Pd destinato a sparire? Lo votano solo gli anziani

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (20 APRILE 2017) – M5S LA SCELTA DEI GIOVANI Le intenzioni …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
serracchiani-milano-675
Crisi MPS, per Serracchiani la colpa è di chi ha votato No

Ricordate quando Matteo Renzi diceva che investire in MPS era un grande affare? E non...

Chiudi