salvini-grillo-5001

Governo M5S-Lega? Si può fare: basta non chiamarla “alleanza”

GOVERNO M5S-LEGA NORD, È DAVVERO POSSIBILE? ECCO I PRO E I CONTRO

Gli ultimi sondaggi politici parlano chiaro: a livello matematico la somma fra M5S, Lega nord e Fratelli d’Italia è forte, molto forte.

Fra tutte le possibili maggioranze, la triade antisistema sarebbe quella con più possibilità di superare i 316 seggi alla Camera (soglia critica per formare una maggioranza di governo).

Ma un conto è l’aritmetica, un altro la politica: una simile alleanza può davvero formarsi? Certamente: basta non chiamarla alleanza.

La parola “alleanza” è un tabù immondo per molti grillini che temono di sporcarsi le vesti immacolate rinunciando all’isolamento.

Ma è un problema da poco: basterà presentarsi separati al voto e poi individuare un accordo programmatico su punti ben definiti da portare a casa insieme.

Perché se M5S non fa alleanze, è pur vero che vota favorevolmente anche alle proposte  di legge altrui, se coerenti col programma pentastellato.

Governare con la Lega è quindi possibile, basta scrivere su un foglio dieci cose da fare che stanno bene a entrambi, firmare e non parlare mai di “alleanza”.

Con questo abbiamo sistemato gli elettori grillini. Ma quelli leghisti?

Con loro, in verità, è ancora più semplice: basta assicurargli una linea dura sull’immigrazione che li fai subito contenti.

E come la pensa Grillo sugli immigrati lo ha spiegato chiaramente lui stesso, avvicinandosi parecchio alle idee leghiste: chi ha diritto di asilo resti, chi è irregolare sia subito rimpatriato.

Se ancora non siete convinti che sia una buona idea, rendetevi conto del fatto che le alternative sono peggiori.

La legge elettorale con cui si vota è fondamentale per stabilire chi può governare.

L’attuale maggioranza è in mano al Pd e farà di tutto per impedire al M5S di governare, per prima cosa varando una legge elettorale di tipo proporzionale che rende impossibile a chiunque di governare da solo.

Oggi il premio di maggioranza è fissato al 40%, ma se M5S avesse probabilità realistiche di superare questa quota, state certi che l’asticella verrebbe alzata.

Se il Movimento 5 Stelle e la Lega Nord non troveranno un punto di incontro per governare insieme, l’alternativa sarà quella di un mastodontico inciucio centrosinistra-centrodestra a sostegno di un Premier targato Pd.

E M5S e Lega saranno relegati ad altri cinque anni di sterile opposizione.

Ma forse è proprio quello che vogliono i duropuristi: fare il partito di lotta e contestazione è più divertente e con meno responsabilità rispetto agli oneri del governare.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali Renzi

Ultimi sondaggi politici elettorali: Ixe ribalta tutto fra Pd e M5S, colpo di scena

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (9 AGOSTO 2017) – SFIDA M5S-PD AD ALTE TEMPERATURE Dopo le …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali settembre
Sondaggi politici elettorali: dati choc, Pd moribondo e M5S in fuga

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (7 MARZO 2017) - PD IN AGONIA, M5S VERSO 30% Dopo...

Chiudi