Governo Monti fiducia

Governo Monti: Pdl si astiene a fiducia. Pd: Monti salga al Colle

GOVERNO MONTI APPESO A UN FILO

Il Pdl toglie il sostegno al Governo Monti. La fiducia sul decreto sviluppo passa comunque, con 127 sì, 17 no e 23 astenuti. Gasparri e Cicchitto hanno precisato di aver “consentito il mantenimento del numero legale” scegliendo l’astensione, valida come il voto favorevole o contrario. Anna Finocchiaro (Pd) prende atto della situazione e sottolinea che il governo Monti non sembra più avere la maggioranza che l’ha sostenuto dal giorno della sua nascita in poi. Sarebbe quindi opportunno per il Premier Mario Monti, secondo la Finocchiaro, salire al Colle dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

L’astensione del Pdl sarebbe motivata dalle critiche di Corrado Passera, ministro per lo Sviluppo economico, all’ipotesi di nuova candidatura da parte di Silvio Berlusconi, in vista delle elezioni politiche nel 2013.

GASPARRI E CICCHITTO AVVERTONO MONTI

Maurizio Gasparri, capogruppo al Senato per il Pdl, ha parlato di un chiaro segnale del Pdl, protagonista di un “passaggio a una posizione di astensione nei confronti del governo”.

Fabrizio Cicchitto, caporgruppo Pdl alla Camera, ha rincarato la dose:”Sulla base di una valutazione politica generale che va al di là del merito del provvedimento riguardante i costi della politica negli enti locali, abbiamo deciso di astenerci oggi pomeriggio sul voto di fiducia per marcare la nostra posizione fortemente critica sulla sua politica economica”.

FINOCCHIARO VUOLE MONTI AL COLLE

Anna Finocchiaro, capogruppo Pd al Senato, ha parlato di “irresponsabilità” del Popolo della libertà.

“Il Pdl esce dalla ‘strana’ maggioranza – ha detto la Finocchiaro – e il governo non ha più la fiducia della maggioranza delle Aule parlamentari. Credo che Monti debba recarsi al Quirinale”.

Il Pdl, secondo la Finocchiaro, è ormai “un coacervo di odi e rancori interni”, e ha aggiunto che l’astensionismo del Pdl “affossa la possibilità di avere un governo che accompagni la fine della Legislatura e pesa sul destino dell’Italia in un momento delicatissimo”.

“C’è un problema politico di enorme importanza – ha concluso il capogruppo Pd al Senato -. Oggi la fiducia avrà numeri che non rispettano la maggioranza del Senato”.

BERSANI

“E’ evidente che il Pdl sta trasferendo la sua confusione interna in una confusione di sistema che rischia di tradursi in un’inaffidabilità del Paese”. Lo ha detto segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, continuando: “In queste ore vediamo se si tratta di un’astensione da questo voto o di un’astensione politica. Non ho capito bene. Oggi incontreremo i nostri capigruppo e faremo il punto. Noi siamo gente seria e siamo per sostenere il governo Monti fino alla scadenza naturale della legislatura. Ma se c’è o meno una maggioranza non è una domanda da fare a me ma al Pdl”.

VERTICE BERSANI-CASINI

Pier Luigi Bersani, segretario Pd e candidato Premier per il censtrosinistra, si incontrerà stasera con Pierferdinando Casini, leader UDC. Casini ha parlato di irresponsabilità da parte del Pdl.

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Decreto Legge Ilva Taranto: “palesemente incostituzionale”?

DECRETO LEGGE ILVA TARANTO Il decreto legge Ilva è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.282...

Chiudi