I politici ci odiano, l’élite ci vuole morti (Antidemocratici sull’orlo di una crisi di nervi)

Che il popolo odi i politici è cosa nota. Oggi scopriamo però che il sentimento è reciproco: anche i politici odiano il popolo.

Questi plebei del cazzo, questi rifiuti dei ghetti. Questi ignoranti, questi vecchi rincoglioniti.

Queste bestie che non votano come vorrebbero i partiti e i semidei che nell’ombra li manovrano.

All’indomani della Brexit, è la sagra del fallo di frustrazione, una reazione rabbiosa che sembra quella di uno squadrone di top player che è stato schiantato da una misera provinciale, che non accetta il risultato, che fa ricorso, che vuole la ripetizione dell’incontro. Momenti di isteria in cui diversi esponenti politici hanno manifestato la loro natura profondamente antidemocratica.

All’improvviso il suffragio universale diventa il male  e c’è chi chiede una selezione all’ingresso per gli elettori, da scremare per l’età, per il censo e per il livello di istruzione.

illustration,obey,theylive-f5a91ededb3e0c27171dbd1d9b8054dd_h

E perché no, anche per il DNA, con una democrazia alla Gattaca, dove può votare solo chi ha un patrimonio genetico sufficientemente pregiato.

La rivolta delle periferie non era prevista. L’élite era certa di poter prosciugare gli spazi democratici con le istituzioni aristocratiche dell’Unione Europea. Era certa di poter manipolare mentalmente le masse, di poterle spaventare, di poterle bollire a fuoco lento come inconsapevoli ranocchie.

Ma qualcosa è andato storto: forse perché l’idea del “sentirsi europei” esiste solo nell’Iperuranio dei burocrati senza patria e senz’anima, forse perché il trattamento sanitario obbligatorio – un lavaggio del cervello stile Arancia Meccanica – per farci “sentire europei” non solo non ha funzionato, ma ha provocato un’esplosione di anticorpi che ci hanno fatto sentire ancora di più inglesi, francesi, italiani, eccetera eccetera.

I popoli delle nazioni non si sono piegati a farsi colonizzare dal Quarto Reich dei tecnici, dei banchieri e dei finanzieri. E per i dominatori dell’Universo è inaudito, sconcio, inaccettabile.

I politici ci odiano perché non ci siamo rassegnati a morire socialmente, a rinunciare a ogni diritto, ad accontentarci di sopravvivere con le elemosine di Stato, con il precariato permanente, senza poterci curare, senza poter fare e mantenere figli, addormentandoci in un’estinzione morbida.

E ora all’élite non resta che ammazzarci fisicamente: i robot da lavoro sono sempre più economici e potranno sostituire con maggiore efficacia quest’orda di pezzenti umani che si rifiutano di tornare a essere schiavi, come sono sempre stati nel corso dei millenni.

Non serviamo più a chi comanda: non abbiamo acconsentito a sparire lentamente, non siamo schiattati con la guerra economica, prepariamoci quindi a quella vera.

 

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
sondaggi M5S
Sondaggi Tg La7: M5S prima forza politica, sorpasso sul PD

SONDAGGI TG LA7 - Dopo le intenzioni di voto di Scenari Politici, arrivano i sondaggi...

Chiudi