I sogni allenano la memoria

SOGNI – MEMORIA – Recenti studi neurofisiologici hanno dimostrato che tra la memoria e i nostri sogni c’è uno stretto legame. Meglio dire che sognare fa bene alla nostra memoria? Ebbene sì. Più sognamo più la nostra memoria si mantiene in allenamento. E’ comunemente noto che i sogni dipendono in gran parte dall’andamento della giornata, quindi è più probabile sognare qualcosa che ha tenuto impegnato il nostro cervello durante il giorno piuttosto che qualcosa di completamente nuovo.

IL PARERE DEGLI ESPERTI – Secondo Giuseppe Plazzi del Dipartimento di neuroscienze dell’Università di Bologna “numerosi studi hanno ormai dimostrato che il sonno esercita un’influenza positiva sul funzionamento della memoria”. Per Robert Stickgold, direttore del Center for Sleep and Cognition della Harvard Medical School, ” i sogni aiuterebbero il cervello a rafforzare la memoria, diversamente nella fase del sonno REM i sogni inciderebbero sulla capacità individuale di catalogare e riorganizzare i ricordi, favorendo la memoria e fissando le nuove esperienze nell’archivio della mente”.

Check Also

sanità Asl Regioni

Sanità, buco nero nelle Asl: ma la soluzione della Lorenzin funziona?

I GUAI DELLA SANITA’ IN ITALIA? TORNARE AL CENTRALISMO, PRO E CONTRO Malagestione, riforme fatte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Beatificazione Giovanni Paolo II, le misure di sicurezza di Roma

BEATIFICAZIONE GIOVANNI PAOLO II -ROMA- SICUREZZA - La beatificazione di Giovanni Paolo II cambierà il...

Chiudi