12540643_10153456668416896_4774990078368235963_n

Il Pd infanga M5S su Facebook, gli elettori Pd commentano indignati

“Il vero potere risiede nelle mani dei detentori dei Mass Media”, diceva il fu ‘maestro venerabile’ Licio Gelli.

Un saggio monito che Renzi tiene sempre a mente, come dimostrano la riforma per mettere le mani sulla Rai o l’indice della Leopolda puntato contro quei (pochissimi) quotidiani che non sgambettano a passo di Can-can come vorrebbe lui, cioè allineati alla propaganda governativa dell’ottimismo.

Per quanto riguarda le tv e i quotidiani (compreso quello defunto che Renzi ha rianimato facendosi novello dr. Frankenstein) Renzi sta messo piuttosto bene, le voci fuori dal coro sono a dir poco sporadiche.

Il cruccio sono adesso i nuovi Mass Media, quei social network sui quali il M5S primeggia da sempre.

Problemino: i social non sono (ancora) controllabili come telegiornali e stampa tradizionale.

Lo dimostrano un paio di epic fail della comunicazione Pd su Facebook. A dispetto dell’arrivo dell’esperto di comunicazione di Obama, Jim Messina, e dello sguinzagliamento della ‘giovinezza’ renziana più pratica di uno Zanda in fatto di tweet e hashtag, i risultati sono stati opposti a quelli desiderati.

L’intento era quello di generare indignazione contro il M5S. E’ successo esattamente il contrario.

Primo esempio:

Il voto della camorra si è fermato a #Quarto? Il direttorio #M5S prima ha fatto finta di nulla, poi ha negato persino di…

Posted by Partito Democratico on Lunedì 18 gennaio 2016

 

Leggiamo qualche commento a campione:

“avete rotto le palle, anche se fosse sono perdonati e non verranno espulsi… vi piacerebbe vero?! Con sta minchia…”

“Votavo PD, smettetela di dire fregnacce.”

“Ve lo dico da vostro elettore. Siete solo ridicoli a portare avanti questa campagna di “voi avete fatto questo gne gne gne”. Siete il partito democratico o il partito della 5a elementare?”.

“ahahahahaha
Dopo:
Mafia capitale
Mose
Expo
Deluca
Indagati e condannati in tutta italia
e (non per ultimo) Conflitto di interessi su Banca Etruria
voi piddini cercate di montare un caso nazionale su una cittadina piccolissima, inventando eventi mai accaduti?
Wow…..noto con piacere che siete alla frutta….
Avete perso 10 punti di gradimento sul vostro psico-leader, ed ora cercate di farli perdere anche al m5s?”

“Siete insopportabili. Evangelicamente siete quelli che guardano il fuscello nell’occhio dell’altro e non la trave nel proprio (e non sono una che vota M5S, anzi ho sempre votato PD, ma questo accanimento contro il M5S appare per quello che è: denigrare il nemico sempre anche quando si dovrebbe tacere per decenza).”

“La linea comunicativa che il PD sta mettendo in piedi, ricorda tristemente quella del M5S. Se volete farvi trascinare verso il basso e farvi battere dall’esperienza, ci state riuscendo bene.”

“Spero che tutti i giudizi negativi non li prendiate con stizza e convincimento che provengono da chi vi odia. Sarebbe piu utile per voi cominciare a fare un’analisi critica, in quanto al prossimo giro, o trovate il sistema di barare, oppure subirete una cocente delusione.”

“Sono post come questi che mi fanno mettere vergogna di aver votato PD. Loro almeno lo fanno di nascosto (Sempre da verificare cosa fanno o hanno fatto). Voi invece, non avete pudore.”
“Non condivido. Da quando il M5S è diventato l’antagonista è iniziata una guerra mediatica senza precedenti. E sinceramente….non lo meritano. Improvvisamente il Berlusca nn interessa più. La peste sono diventati loro come i peggiori mafiosi d’Italia. NON MI RICONOSCO IN QUESTO ATTEGGIAMENTO DEL PD.”

“Veramente ridicola come strategia comunicativa, non sarebbe il caso di dare piu’ spazio a quello che il PD sta facendo invece?!”

Secondo esempio:

#Quarto Dopo le dimissioni e le parole del sindaco Capuozzo è sempre più evidente: Di Maio e Fico sapevano e hanno cercato di nascondere #M5S #Quaterloo http://goo.gl/csgwI5

Posted by Partito Democratico on Giovedì 21 gennaio 2016

 

Superfluo riportare di nuovo i commenti, la solfa è la medesima: quelli positivi sono rarissimi, come potete verificare da voi.

A quanto pare la buonanima di Licio Gelli e Matteo Renzi dovranno farsene una ragione: il Web (per ora) non è un mass media controllabile come quelli tradizionali.

Scopiazzare la comunicazione del M5S non basta. Come diceva Tyler Durden in Fight Club (con una citazione abbiamo aperto e con una chiudiamo): “Infilarti le penne nel culo non fa di te una gallina”.

Commenti

Check Also

pensioni ultime notizie riforma

Pensioni ultime notizie: le sei novità della “riforma”, si fa per dire

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (OGGI 26 SETTEMBRE 2016) – SEI NOVITA’ IN CAMPO PER LA “RIFORMA”  …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultimi sondaggi politici elettorali settembre
Ultimi sondaggi politici elettorali: 23 gennaio 2016, il fango non basta al Pd

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (23 GENNAIO 2016) - Dopo le intenzioni di voto di EMG-Tg...

Chiudi