Il Pd si tiene i soldi: oggi Renzi ha perso il referendum costituzionale

Ricorda la favola della rana e dello scorpione.

Tenersi stretto il malloppo è un istinto insopprimibile per la casta. Anche se il peso del bottino rischia di farli annegare, i politici non lo mollano lo stesso. E’ più forte di loro. E’ nella loro natura.

Oggi la Camera ha rimandato in commissione il ddl pentastellato sul dimezzamento degli stipendi ai parlamentari. Pensate un po’: ci sarà una commissione al lavoro per capire come si fa a dividere un numero per due.

Oggi Renzi ha perso il referendum costituzionale. Si è giocato uno degli argomenti chiave, quello della diminuzione dei costi della politica.

Alla prova dei fatti, il Pd si è rifiutato di farlo: il contenimento dei costi della politica è solo un cavallo di Troia per rifilare la fregatura di una riforma che conviene solo ai partiti.

14717282_1103504336436599_5573853222354198511_n

Ormai solo chi non vuole capirlo, per motivi di interesse personale o per irrazionalità, non lo capisce.

Così come è irrazionale la mossa di oggi di Renzi. Sarebbe stato parecchio più furbo votare Sì alla proposta del M5S, privandoli di un tema fondamentale per la propaganda del No. Dopo il referendum, ci sarebbe stato tutto il tempo per modificare e annacquare la legge.

I casi dunque sono due: o Renzi non è furbo come crede di essere oppure la maggioranza non se lo fila più, consapevole che il 4 dicembre sarà la data di scadenza politica dell’ex sindaco (fra l’altro assente oggi in Aula).

Ringraziamo per una volta l’avidità dei politici: oggi ha involontariamente salvato la Costituzione.

 

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
sondaggi politici referendum costituzionale
Referendum costituzionale sondaggi: No imprendibile, il Sì rallenta

REFERENDUM COSTITUZIONALE SONDAGGI (25 OTTOBRE 2016) - SUPREMAZIA DEL NO Le intenzioni di voto per...

Chiudi