commissioni privilegi

Indennità e benefit: la dolce vita nelle Commissioni parlamentari

I privilegi dei politici non fanno quasi più notizia, molti di noi si sono tristemente abituati al fatto che in Italia funzioni così.

Noi non vogliamo arrenderci: questa “normalità” può essere ancora cambiata e l’attenzione sui privilegi della classe politica non deve mai abbassarsi.

Oggi ilfattoquotidiano.it apre con un ottimo articolo di Ilaria Proietti, dedicato alla “dolce vita” delle Commissioni parlamentari.

C’è di tutto: indennità a gogo, staff faraonici, auto blu e smartphone gratis, consulenze, fondi di rappresentanza e così via.

commissioni privilegi

Per questo le poltrone nelle Commissioni sono fra le più desiderate. Ogni due anni vengono rinnovate e allora si scatena l’inferno, con la nascita di alleanze improbabili e imprevedibili, tutto è lecito per accalappiare le poltrone nelle Commissioni di Camera e Senato.

Un presidente di Commissione ha sia un notevole potere politico, potendo influenzare l’assise che risiede, ma più materialmente ha il vantaggio di un lungo elenco di benefit e bonus vari.

Quali sono?

In primis l’indennità aggiuntiva che tocca a ogni presidente di Commissione (se non ci rinuncia, eventualità piuttosto remota, solo i pentastellati lo fanno). Fra Camera e Senato si parla di un totale di 700.000 euro, quindi 1.200 euro al mese extra per ognuno dei 28 presidenti (che vanno ad aggiungersi agli emolumenti già percepiti come parlamentare).

Il Fatto ricorda fra questi Antonio Azzollini, vero highlander da Commissione, ben dieci anni come presidente della Commissione Bilancio (2001-2006 e poi dal 2008 a pochi mesi fa, con il passo indietro dovuto alla richiesta d’arresto nell’ambito dell’inchiesta sul crac della Divina Provvidenza).

In Senato l’extra per i vicepresidente di Commissione vale 316 euro netti mensili. Ancora, i capi delle Commissioni hanno diritto al rimborso spese cellulare fino a un massimo di 5.000 euro all’anno, più un fondo consulenze di 2.151 euro al mese (per 12 mesi).

E’ finita qui? Macché!

Ci sono anche le ‘elargizioni‘ (3.500 euro a disposizione dei presidenti e 4.000 euro per i segretari di presidenza e 7.500 euro per questori e vicepresidenti.

 

 

 

Check Also

Perché è importante convertire i propri filmati in un formato diffuso

Il mondo dei media è cresciuto a dismisura tanto da portarci a fruire di filmati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
concorso scuola 2016
Concorso scuola 2016: novità su bando assunzioni, ci siamo

CONCORSO SCUOLA 2016 (5 FEBBRAIO) - Torniamo alle nostre news sulla scuola:  sono in arrivo...

Chiudi