Inter Roma, 17 Settembre 2011

INTER ROMA – Stasera 17 Settembre 2011 alle ore 20:45 ci sarà allo stadio Meazza di San Siro la partita tra l’Inter e la Roma, per la 3° giornata della Serie A 2011-2012, una partita importante dove è assolutamente vietato sbagliare, soprattutto per Gasperini e Luis Enrique che rischiamo il loro posto. Dopo tre impegni ufficiali, tutti persi, Gasperini rispolvera il 3-5-2 schierato in Supercoppa col Milan. Fondamentale la posizione di Sneijder, che secondo le ultime in arrivo dalla Pinetina dovrebbe giocare sulla sinistra di Cambiasso, vertice basso della mediana, e non avanzato rispetto alla coppia argentina completata da Zanetti.

 Questo almeno in partenza, dato che a gara in corso le possibilità che l’olandese si alzi a disegnare un 3-4-1-2 restano elevate. Dietro, torna l’assetto a tre con Lucio, Samuel e Ranocchia; in attacco si rivede Forlan al fianco di Milito. Bocciato Jonathan, sostituito da Nagatomo, a sinistra giocherà Obi.
Situazione opposta in casa giallorossa, certo il modulo (4-3-3), esistono molti più dubbi sugli interpeti. In difesa potrebbe accadere di tutto: sulla carta, Luis Enrique dovrebbe partire col quartetto Rosi-Burdisso-Heinze-Taddei, ma fino all’ultimo sperano anche Cassetti e Kjaer.

A centrocampo, confermati De Rossi e Pjanic, mentre per la terza maglia è ballottaggio Perrotta-Pizarro-Gago con l’italiano favorito. Punti interrogativi anche in attacco, dove Totti è l’unico certo del posto. Ai suoi lati, ma ormai sarebbe meglio dire davanti a lui, è quasi sicuro il rilancio di Borriello mentre sono in rialzo le quotazioni di Bojan e in ribasso quelle di Borini e soprattutto Osvaldo. Entrambi gli allenatori, riguardo a questa delicatisisma partita, hanno dichiarato la loro tranquillità. Gasparini inoltre ha aggiunto per spazzare via le voci secondo cui sarebbe appeso ad un filo:

“Mi regolo sul mio lavoro e sulla mia professionalità e su quello che dicono il presidente e la società, non su quello che sostengono altri. Io nella bufera? Forse al di fuori sembra così ma non nei rapporti con la squadra né con il club”. Mentre Luis Enrique ha dimostrato la sua piena fiducia nei dirigenti: “Con la società ho una relazione molto franca e quando non crederà più in me risolveremo subito il problema. Non voglio restare aggrappato alla panchina, sono qui per passione e per fare il mio calcio. Vorrei rimanere almeno per i due anni di contratto, ma dipenderà dai risultati”.

Check Also

Roma Lazio probabili formazioni

Roma Lazio probabili formazioni: oggi derby, “una partita speciale”

ROMA LAZIO PROBABILI FORMAZIONI (DERBY DI OGGI 8 NOVEMBRE 2015) – La parola d’ordine per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Manovra finanziaria 2011, aumento Iva che mazzata

Manovra finanziaria 2011 e aumento Iva. Il presidente della Confesercenti Marco Venturi aprendo i lavori...

Chiudi