Lega Nord, Maroni: correremo da soli!

Lega Nord correrà da sola per le elezioni politiche 2013

Il Carroccio cessa gli induci e persiste con gli intenti iniziali, nessun appoggio al Governo Monti, ferma opposizione e, se necessario, anche scissione dal Pdl

Maroni: non possiamo allearci con chi sostiene Monti

Sarà per via di questo PDL mal ridotto, da cui la Lega Nord proprio non riesce a trarre più vantaggio, un partito che naviga in acque incerte, con pesanti litigi interni e della cui esistenza da qui a sei mesi non v’è neanche certezza, ma Maroni sceglie la via dura per le elezioni politiche 2013, sposando la via tracciata dall’acclamato Zaia: correre da soli per le politiche 2013.

La consapevolezza, forse, che comunque non si riuscirà a farcela, con o senza Berluscones, unita alla necessità di ricucire il vestito alla Lega. Fila disilluse, per la maggiore, alcuni fedelissimi irriducibili, ma si respira tanto malcontento fra i chiamati alle urne della bandiera verde. La Padania è ormai un sogno degli anni ’80 e chi capitanava il Carroccio ci dorme, dagli anni 80. Gli scandali del trota, The Family, e poi ancora un federalismo che non è arrivato mai, avevano venduto l’anima al diavolo per questo benedetto federalismo, quantomeno quello fiscale.

Una strada piena di insuccessi, quella del Carroccio, fino ad arrivare all’ultimo barlume di speranza, il dissociarsi dal Governo Tecnico e la richiesta di elezioni anticipate, nella consapevolezza che non sarebbero mai arrivate.

E le alleanze? Mancano 100 giorni per le elezioni, non dice altro Roberto Maroni, non si sbilancia oltre, mentre continua a ventilare idee, proposte, un programma.

Il Segretario, comunque, pur nell’enigmatico, inizia a preparare il campo di battaglia. Ma cosa fare, ora? Recenti sondaggi Ipsos vedono la Lega Nord al 4,6%, un dato preoccupante che potrebbe far registrare al Carroccio un numero troppo esiguo di voti, e poi c’e’ anche il capitolo sulla nuova elegge elettorale, da affrontare prima delle urne.

Quattro punti e mezzo, proprio quelli che, sempre secondo la Ipsos, servirebbero al Pdl del 21.9% per riprendere un PD a quota 25.4%. (Fonte sondaggi IPSOS per Ballarò, Settembre 2013 – pre Primarie).

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Nucleare in Sicilia, Crocetta scongiura il disastro politico

La giunta Crocetta debutta con uno scivolone che poteva trasformarsi in disastro politico Antonino Zichici,...

Chiudi