1485942432-camera

Legge elettorale: dopo la sconfitta ai ballottaggi, il Pd la rimanda a settembre

Legge elettorale rimandata a settembre dal Pd. Tutti al mare per digerire meglio la sconfitta.

Ma non era il M5S ad aver voglia di perdere tempo sulla legge elettorale?

Dopo il disastro dei ballottaggi, il Pd è in piena guerra civile, con Matteo Renzi sotto l’assedio di diversi veterani Dem.

E allora la voglia di legge elettorale è un po’ passata: meglio rimandarla a settembre.

Così ha deciso la conferenza dei capigruppo, soprattutto per la volontà dei due principali partiti di governo,  cioè Partito Democratico e Alternativa Popolare.

Di parere opposto invece Forza Italia e i Civici e innovatori, cioè gli ex di Scelta Civica, che volevano l’esame del testo in Aula a Montecitorio già a luglio.

A fine si è deciso di non decidere. La prossima capigruppo sul tema, che si terrà tra fine luglio ed inizio agosto, stabilità una data esatta per tornare a parlare di legge elettorale alla Camera dei Deputati.

Sembra insomma allontanarsi completamente l’ipotesi di elezioni anticipate, la legislatura pare avviata a raggiungere la sua naturale conclusione.

Furioso Matteo Salvini: “E’ scandaloso e vergognoso – dice – che si voglia perdere altri due mesi di tempo: perché settembre? Domani”.

Check Also

sondaggi-politici-elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: Centrodestra travolgente, sorpresa su PD e M5S

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (11 SETTEMBRE 2017) – FRA PD ED M5S GODE IL CENTRODESTRA? …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
ultime novità pensioni d'oro
Ultime novità pensioni d’oro: il durissimo attacco di Papa Francesco alla politica

ULTIME NOVITA' PENSIONI D'ORO (28 GIUGNO 2017) - PAPA FRANCESCO TUONA CONTRO I PRIVILEGI GARANTITA...

Chiudi