liberalizzazioni taxi

Liberalizzazioni taxi: arriva il dietrofront del governo

liberalizzazioni taxi

Il governo tecnico presieduto da Mario Monti, ritorna sui propri passi, a proposito delle liberalizzazioni delle licenze sui taxi. Infatti, a quanto pare, dovranno essere le regioni a decidere in modo completamente autonomo, se si rende necessario il rilascio di nuove licenze a quelle che vengono considerate le auto bianche. Saranno, pertanto i sindaci, secondo quando definito dall’esecutivo che a sua volta ha concesso il via libera all’emendamento dei relatori in Commissione Industria del Senato, la possibilità di aumentare il numero di licenze.

Questa scelta è stata compiuta su richiesta dei due principali partiti politici italiani, il partito democratico, meglio noto con la sigla di PD di Bersani e il Popolo della Libertà, conosciuto con la sigla di PDL di Berlusconi, ma comunque l’Authorithy dei trasporti potrà aver un ruolo decisivo nell’atto finale.

Il testo modificato non è ancora giunto per il voto in commissione, nel frattempo, però ha suscitato parecchie polemiche e reazioni di protesta giunte in particolar modo dai consumatori, ma anche dai sindacati, i quali sempre di più vedono un governo che ha ceduto alla lobby dei taxisti. Un’interessante novità presente nel testo è data dalla possibilità dei tassisti di operare anche al di fuori dei comuni, nel quale hanno ottenuto la licenza, ovviamente in accordo con i sindaci dei comuni dove vorranno effettuare servizio. E

ntro giovedì 31 maggio 2012 sarà costituito il Collegio dell’Autorità. Potrebbero essere inoltre integrati i taxi collettivi. Oltre alle licenze dei taxi, si discute anche anche della possibilità di accedere all’apertura di un mutuo in banca, senza dover necessariamente disporre di un conto corrente. Poi, altro tema abbastanza delicato da trattare è quello legato alle professioni e in principal modo alle farmacie. In tale direzione ci sarà una riformulazione dell’articolo del 11 del dl che prevede “modifiche incisive”,

Check Also

Di Battista non si ricandida? Ecco i veri motivi che nessuno ha capito

Gli editoriali andrebbero scritti sempre il giorno dopo. E’ quel minimo di decantazione che basta …

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
uomini e donne Teresanna e Francesco
Uomini e donne anticipazioni: Tina contro Teresanna e lei va via

Dopo la conclusione dell'avventura di Cristian Galella, che ha fatto la sua scelta, Uomini e...

Chiudi