Libia, ucciso figlio Gheddafi durante raid Nato

LIBIA – L’ultimogenito di Muammar Gheddafi sarebbe morto durante un raid Nato. L’attacco avrebbe colpito l’abitazione di Gheddafi junior a Tripoli, nella quale si sarebbe trovato anche il padre Muammar, che si sarebbe invece messo in salvo.

NIPOTI GHEDDAFI – “Saif al-Arab stava giocando e parlando con suo padre, la madre, i suoi nipoti e altri amici quando è stato attaccato per non aver commesso alcun crimine”. Lo ha detto Moussa Ibrahim, portavoce libico. Nell’attacco avrebbero perso la vita anche tre nipoti di Gheddafi, tutti sotto i 12 anni.

AMBASCIATA ITALIANA – Tripoli, l’ambasciata italiana è stata attaccata dalle forze lealiste, ma l’edificio era già statato evacuato. “Gli attacchi contro gli edifici della nostra ambasciata non indeboliranno la determinazione dell’Italia a continuare la propria azione, insieme agli altri partner, a difesa della popolazione civile libica in ottemperanza alla risoluzione 1973 delle Nazioni Unite” Questo il commento della Farnesina.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali Renzi

Ultimi sondaggi politici elettorali: Pd mai così giù da anni, M5S cresce

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (13 FEBBRAIO 2018) – PD IN PICCHIATA, M5S PRIMO PARTITO Siamo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Primo Maggio, festa dei lavoratori: sindacati, unitevi!

Appello di Camusso, sindacati Cgil, Cisl e Uil devono essere uniti:"Se il mondo sindacale non è unito, non può rendere...

Chiudi