M5S non può governare da solo, anche superando 40%. Ecco perché

Il M5S è la prima forza politica del Paese. Tutti i più recenti sondaggi elettorali lo certificano.

Ma questo non basta per governare da soli. E no, non basterebbe neanche raggiungere la soglia del 40%, obiettivo designato dalla comunicazione pentastellata.

Ci si dimentica di dire, infatti, che la legge elettorale attualmente in vigore per il Senato non prevede un premio di maggioranza.

“La Consulta ha salvato il premio di maggioranza del 40% previsto dall’Italicum; se una lista supera questa percentuale, avrà la maggioranza assoluta a Montecitorio. Non vale lo stesso per il Senato, a cui si applica la legge figlia della Consulta del 2014 che non prevede il premio.” (Sky Tg24, gennaio 2017)

Se il Movimento 5 Stelle superasse il 40% non avrebbe dunque la maggioranza in Senato, necessaria per far partire il nuovo governo.

Servirebbe comunque un appoggio esterno almeno al Senato.

Per questo i grillini propongono di estendere il “Legalicum”, come lo chiamano loro, al Senato.

Purtroppo per il M5S è più probabile che la maggioranza decida di andare nel senso opposto, cioè togliendo il premio di maggioranza anche alla Camera.

Una misura in chiave antigrillina, per spingere verso un proporzionale puro che tanto piace ai tifosi dell’inciucio.

In ogni caso, l’ipotesi di un governo M5S monocolore rasenta l’impossibile: l’elettorato a 5 stelle dovrà abituarsi all’idea della necessità di un appoggio esterno.

Check Also

Renzi PD

Ultimi sondaggi elettorali, dati choc: M5S sopra 30%, Pd sprofondato dal Rosatellum

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (27 OTTOBRE 2017) – EFFETTO ROSATELLUM, M5S VOLA PD AFFONDA Dopo …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
pensioni ultime notizie riforma
Pensioni ultime notizie riforma: clamoroso, il governo nel caos rischia grosso

PENSIONI ULTIME NOTIZIE (9 APRILE 2017) - L'APE SENZA ALI Dopo le pessime news sui...

Chiudi