Aumento sigarette

Manovra finanziaria, articolo 8 e licenziamenti

Manovra finanziaria, articolo 8 e licenziamenti – Il tutto va ad inserirsi un sistema che non sembra trovare un punto di equilibrio perche’ e’ anche vero che il sistema basato sul contratto collettivo nazionale (pur con l’idea di garantire parita’ di trattamento a tutti i lavoratori dello stesso settore) inverte il corso giuridico del diritto che in questo caso vede la legge sottostare alle condizioni contrattuali stesse. Il sistema designato dall’articolo 8 consente invece a ciascuna azienda di applicare le condizioni che vuole, sempre in accordo con i sindacati beninteso,  potendo generare parecchie differenze da azienda ad azienda e da luogo a luogo.

Inoltre l’articolo 8 conferisce ai contratti nazionali di prossimita’ generati dalle rappresentanze sindacali interessate dei poteri che i classici contratti nazionali non hanno e non possono avere cozzando con l’articolo 39 della costituzione italiana. ricordiamo che l’articolo 39 genera diritti e vantaggi per tutti i lavoratori facenti riferimento allo stesso contratto nazionale di categoria.

Da questo se ne deduce che l’articolo 8 della manovra finanziaria e’ in contraddizione con l’articolo 39 della Costituzione Italiana, ricordiamo inoltre che oggi non c’e’ azinda che applichi alla lettera le condizioni dei contratti collettivi nazionali che in genere vengono presi come riferimento generale, quindi sarebbe opportuno un intervento parlamentare per dipanare la matassa giuridica.

C’e’ un articolo nell’ambito dell’ultima manovra finanziaria che merita un giusto approfondimento, parliamo dell’articolo 8 del decreto legge 138/2011 della cosidetta manovra economica bis. Questo articolo deroga alle rappresentanze sindacali delle aziende molti piu’ poteri di prima ed il principio si basa sui cosidetti contratti collettivi di prossimita’ (ovvero legati ad una singola azienda o singola area di territorio definita). Su questo pressuposto le rappresentanze sindacali nazionali possono derogare a quelle territoriali fino a quelle presenti in azienda il rapporto con l’azienda stessa per realizzare delle “intese” volte a creare maggiore occupazione, contrattazione degli orari di lavoro, incrementi salariali fino anche agli investimenti ed alle nuove attivita’ dell’azienda. La nuova disciplina deroga anche le attivita’ relative al licenziamento ed e’ questo uno dei punti che piu’ preoccupa soprattutto perche’ va in contraddizione con l’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori.

 

 

Check Also

Come accedere ad un credito privato?

Oggi vorremmo parlare di quale sia la via più facile e sicura per avere accesso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
CALCIOMERCATO/ Juventus, Giovinco a Gennaio

CALCIOMERCATO JUVENTUS - Giovinco arriva a Gennaio? Nuova stagione calcistica e nuove stelle cominciano a...

Chiudi