Maxi indagine a Firenze: anarchici in manette

Arrestate 22 persone nell’ambito di un’indagine avviata dalla Procura di Firenze. Associazione a delinquere, violenza privata, occupazione abusiva di edifici. Secondo i media si tratta degli iscritti all’associazione “Spazio liberato 400 colpi” che ora risponderanno ora di questi reati. Dal sito dell’associazione però nessun comunicato in merito.

FIRENZE – In corso una vasta operazione, una delle più corpose degli ultimi anni, il cui fine è quello di sgominare un’associazione eversiva. Sono 78 le persone indagate e allo stato attuale sono stati formalizzate le prime 22 misure cautelari: per un napoletano, un nuorese, un marchigiano e diciannove toscani sono scattate le manette.

L’età media è fra i 20 ed i 30 anni, il gruppo era dedito a danneggiamenti e vandalismi a sfondo politico, ma non solo. Oltre a sedi di partito, sindacati, obbiettivi istituzionali, i giovani avevano preso di mira anche bancomat e sistemi di videosorveglianza cittadini.

All’indagine, coordinata dall’Ugicos, sembra abbia preso parte anche l’Aisi: i servizi segreti interni.

Oltre a danneggiamenti isolati è ora al vaglio degli inquirenti la possibilità che il gruppo fosse coinvolto anche in danneggiamenti perpetrati durante manifestazioni pubbliche, lanci di oggetti, oltraggio a pubblico ufficiale.

 

Check Also

Di Battista non si ricandida? Ecco i veri motivi che nessuno ha capito

Gli editoriali andrebbero scritti sempre il giorno dopo. E’ quel minimo di decantazione che basta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Osama bin Laden/ morto ucciso, trovato suo pc, “miniera d’oro”

Computer, hard disk, memorie: il materiale informatico appartenuto a Osama bin Laden sarebbe una "miniera d'oro".

Chiudi