Megaupload

Megaupload: dati salvi, ma ancora per poco

Megaupload

Megaupload: dati salvi, ma per poco. Da alcune settimane, i server di megaupload non sono più raggiungibili a causa della chiusura da parte dell’Fbi. Oltre ad un danno per la nota azienda di condivisione, adesso la situazione potrebbe spostarsi e penalizzare le migliaia di persone che nel corso di questi ultimi anni, hanno usato il servizio di Megaupload, esclusivamente per effettuare una copia di backup dei propri dati (il cosiddetto iCloud) e in tal modo, non violando nessuna delle leggi sul diritto d’autore, vigenti in America.

Da quando è stato chiuso Megaupload, l’utente non ha avuto più modo di accedere e così di potere scaricare una copia dei propri dati digitali (foto, video, musica o semplici contenuti testuali). La Carpathia Hosting, società che si occupa di erogare il servizio di backup, non ha più ricevuto i pagamenti a causa dei fondi bloccati da parte del DOJ.

Il noto gruppo che si occupa dello storage ha comunicato che potrà mantenere nel proprio archivio, i dati degli utenti solo per qualche altra settimana. Se entro questo ultimatum, l’azienda non riceverà il saldo, deciderà in un solo blocco di cancellare i dati di migliaia di utenti.

Una situazione paradossale, perché in se non penalizza solo megaupload e gli utenti che hanno usufruito legalmente del servizio, ma anche indirettamente i consumatori attuali e futuri che si rivolgono ad aziende di iCloud per compiere delle copie di sicurezza dei propri file. Intanto, in Spagna, un partito pirata catalano, potrebbe cercare prossimamente un azione contro il sequestro organizzato dall’FBI, al fine di tutelare tutti quegli utenti che rischiano seriamente (se non hanno conservato su altro supporto digitale) i propri file personali per sempre e che non trattandosi di materiale coperto d’autore, difficilmente avranno la possibilità di recuperare i ricordi digitali della propria vita.

Check Also

incidente treno Napoli

Incidente treno Napoli: giovani investiti sui binari

ULTIME NOTIZIE NAPOLI (16 MAGGIO 2016) – Raffaella Ascione, 20 anni, è morta investita da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
sarah scazzi sabrina misseri
Sarah Scazzi: in aula Ivano, il movente di Sabrina Misseri?

Sarah Scazzi: in aula Ivano, il movente di Sabrina Misseri? Presso l'aula Alessandrini di Corte d'Assise...

Chiudi