Melania Rea

Melania Rea ultime notizie: Dna assente, prove contro Parolisi

Melania Rea

Melania Rea ultime notizie: Dna assente, prove contro Parolisi. Giudizio immediato per Salvatore Parolisi e udienza fissata il 27 febbraio prossimo. Lo avrebbe deciso il gip di Teramo Giovanni de Rensis che nonostante le continue richieste da parte degli avvocati difensori del caporalmaggiore ha decisio di accettare l’invito a fissare il prima possibile l’udienza che dovrebbe mettere una pietra sul caso Melania Rea. Valter Biscotti e Nicodemo Gentile, difensori di Parolisi, continuano a chiedere indagini più approfondite e si riserveranno il tempo per valutare e per richiedere, magari, il rito abbreviato a un altro giudice. Quello che vorrebbe la difesa è un0’esame più approfondito sull’orario del delitto e sul cellulare della vittima.

Intanto Parolisi continua a dichiararsi innocente e lo fa dal carcere nel quale si trova da ormai duecento giorni circa. Continua a dichiararsi innocente e nello stesso tempo a chiedere di poter vedere la figlia Vittoria, possibilità concessagli e poi negatagli dal Tribunale dei Minori di Napoli per l’assenza di condizioni tali da poter permettere un incontro sereno per la piccola. Diversamente da Parolisi per l’accusa la colpevolezza del caporalmaggiore è evidente, a dirlo sarebbero le prove.

Per l’accusa tutti gli elementi a disposizione sarebbero sufficienti per condannare Salvatore Parolisi, diversa l’opinione di uno dei consulenti della difesa. Per il genetista Emiliano Giardina l’accusa sottovaluterebbe diversi particolari, primo tra tutti l’assenza di DNA rilevanti sulla scena del crimine, assenza anche per le stessa a casa, sulla macchina e sugli indumenti indossati da Parolisi il 18 aprile, giorno del delitto.

Per Giardina ci sarebbero delle lacune non ancora colmate e questo anche se le indagini sono state portate avanti in modo estremamente accurato. Lacune che porterebbero alla mancanza di analisi sui varie tracce trovate sotto le unghia della vittima ad esempio. Giardina sottolinea,poi, che il DNA subungueale è misto ed è necessario capire a chi appartenga.

Check Also

incidente treno Napoli

Incidente treno Napoli: giovani investiti sui binari

ULTIME NOTIZIE NAPOLI (16 MAGGIO 2016) – Raffaella Ascione, 20 anni, è morta investita da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
monti posto fisso
Video Youtube: Monti In mezz’ora attacca Articolo 18

Video Youtube: Monti In mezz'ora attacca Articolo 18. Ha preso il via, l’incontro a Palazzo...

Chiudi