Meredith Kercher sentenza, Amanda Knox assolta

Meredith Kercher sentenza, Amanda Knox assolta. La famiglia di Meredith, la studentessa inglese uccisa la notte del 31 ottobre del 2007, nella casa di Perugia, si è sentita delusa della sentenza che ha assolto dall’accusa, gli imputati Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Il fratello di Meredith, in conferenza stampa ha dichiarato «Se ieri hanno rilasciato Amanda e Raffaele, oggi noi ci chiediamo chi è che ha collaborato con Rudy Guede ad uccidere Meredith? Oggi la nostra ricerca della verità continua» proseguendo La famiglia non ha alcun interesse a vedere in prigione Raffaele e Amanda o chiunque dimostri di non essere colpevole. Rimane comunque l’interrogativo sugli altri responsabili oltre a Rudy».

Mentre la sorella di Meredith, afferma: «Attendiamo le motivazioni della sentenza. Certo, ci sono stati due risultati molto diversi tra il primo grado e l’appello, ma noi abbiamo fiducia nella giustizia. È ancora molto difficile parlare oggi di perdono». E’ intervenuta anche la madre dei due ragazzi, dichiarando: «Certo l’assoluzione è stata la decisione presa ieri dalla Corte ma finchè la verità non viene fuori non possiamo perdonare nessuno. In base a che cosa perdoniamo?». «Resta che mia figlia non tornerà a casa…».

 I famigliari di Meredith, hanno infine dichiarato alla stampa «Anche da altre parti del mondo ci è arrivata simpatia e vicinanza. Siamo consapevoli che certa stampa ha cercato di creare divisioni tra Usa, Gran Bretagna e Italia, ma questo non ha senso». Hanno voluto precisare «di non avere alcunchè di personale con lei». «A me non interessa se Amanda fa il suo show. Comunque mia figlia non tornerà a casa».

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Vasco Rossi: risponde da Facebook su Nonciclopedia

Vasco Rossi: risponde da Facebook su Nonciclopedia. A seguito della chiusura di nonciclopedia da parte...

Chiudi