Meredith, sentenza lunedì per Amanda Knox

Meredith, sentenza lunedì per Amanda Knox. Da giorni, ormai, si parla della possibile assoluzione di Amanda Knox, la ragazza americana accusata insieme al suo ex fidanzato Raffaele Sollecito, dell’omicidio di Meredith Kercher.  Su un giornale americano è stata pubblicata una notizia che ha presto fatto il giro del mondo: Amanda sarebbe pronta a tornare negli Stati uniti, subito dopo la fine del processo, nel caso, naturalmente, che venga assolta.

L’avvocato Maresca che assiste la famiglia di Meredith Kercher avrebbe dichiarato: «In caso di assoluzione, Amanda tornerebbe in America, Paese con cui l’Italia non ha un trattato di estradizione». Ed ha aggiunto: «Si è tanto parlato di fretta nel rinvio a giudizio. La possibilità di fuga è stato uno degli elementi tenuti in considerazione quando ci siamo accorti che Amanda era fortemente coinvolta nel delitto.

Del resto non è vero, come hanno detto i suoi difensori, che si è messa a disposizione per aiutare la polizia nelle indagini perché ha subito chiesto se poteva andare in Germania, permesso che le è stato negato. È quindi prevedibile una fuga all’estero alla quale non si potrebbe rimediare».

Intanto è venuta fuori anche la notizia secondo la quale uno dei p.m. ha affermato che la famiglia Knox aveva speso un milione di dollari per modificare l’immagine della ragazza e influenzare la giuria. “Avete già visto un imputato che assume una grande impresa di relazioni pubbliche?”  Si chiede  il p.m. Giuliano Mignini, mentre, dietro i banchi la famiglia negava. “Dietro di lei ha una campagna di comunicazione da un milione di dollari”.

E nascono nuove polemiche sugli attacchi, secondo alcuni gratuiti ed inutili, nei confronti di Amanda. Intanto, però, l’85% degli americani si schiera al fianco della ragazza. Convinti della sua innocenza. Il verdetto sarà emesso il prossimo lunedì. Solo allora si saprà cosa attende Amanda Knox e Salvatore Sollecito.

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali Renzi

Ultimi sondaggi politici elettorali: Pd mai così giù da anni, M5S cresce

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (13 FEBBRAIO 2018) – PD IN PICCHIATA, M5S PRIMO PARTITO Siamo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Gotta, novembre è il mese della prevenzione

GOTTA PREVENZIONE - La gotta è dovuta a un aumento smodato della produzione di acido...

Chiudi