Notizie borsa e FOREX/ la rapida ascesa di USDOLLAR prosegue

NOTIZIE BORSA, FOREX, MERCATO DEI CAMBI- Mentre in Italia parlare di patrimoniale sembra qualcosa di osceno e l’unica misura vagamente efficace vagliata dal Governo per salvare le casse dello Stato, l’aumento dell’IVA, crea inevitabili danni a chi aveva già un potere d’acquisto limitato, oltreoceno la politica economica è totalmente diversa. E i risultati si vedono.

EURUSD, GBPUSD, USDXXX – Il dollaro guadagna terreno su tutte le valute. Il biglietto verde si è apprezzo nelle ultime due settimane in modo particolare sull’Euro, in virtù della crisi dell’Eurozona, ma l’assenza di un rialzo non è ormai imputabile alla situazione europea. Per guardare al mercato dei cambi in maniera obiettiva bisogna analizzare senz’altro le scelte dell’amministrazione Obama in materia di economia interna: i tagli al fisco effettuati in 10 anni di amministrazione Bush, forte di una marcata crescita economica, si sono rivelati insostenibili in tempi di crisi.

TASSE PER I RICCHI – Obama riporta i regimi di tassazione al periodo Clinton. L’amministrazione del presidente sporcaccione riuscì a maturare un saldo positivo sul bilancio riducendo così l’esposizione USA in ambito di debito pubblico. Bush cavalcò poi l’onda della prosperità ignorando la possibilità degli USA di continuare a ridurre il debito pubblico e, da qui dieci anni di amministrazione repubblicana, tagliò pesantemente le tasse. Le conseguenze le conosciamo: l’amministrazione USA si è rivelata insostenibile in momenti di recessione.

OBAMA SCIOGLIE I BROGLI – Il ‘tanned guy’ ora sceglie la via impopolare, sperando che la storia gli dia ragione: rialzare i regimi di pressione fiscale alla precedente amministrazione democratica. Una scelta che piacerà ai repubblicani, almeno sotto i banchi. Questa è infatti l’unica via percorribile per salvare gli Stati Uniti dal rischio di default che inevitabilmente si ripresenterebbe fra cinque mesi, ma è un percorso che l’elettorato democratico potrebbe non apprezzare disertando le prossime urne.

NIENTE AUMENTO PER LE IMPRESE – La politica di Obama appare quindi chiara: niente aumento per le imprese, per i piccoli risparmiatori e le famiglie. Niente aumento “VAT” (la nostrana IVA) e niente aumento del costo della vita. I soldi gli USA li prenderanno dalle tasche di chi ne ha di più e grazie all’amministrazione repubblicana ha potuto averne sempre di più, in barba alla sostenibilità del debito americano.

MA LA FED CI CREDE – Federal Reserve immette liquidità, dando nuovamente respiro a USDOLLAR (quote: FXCM) che si attesta così al nuovo massimo degli ultimi sei mesi: 9.903. Un picco toccato dopo un downswing che lo aveva portato a 9.330. Felicità per i buyers temerari che, entrati in quella fase di profonda depressione, ora ne ricavano un ottimo gain. Il picco per il dollaro era stato chiaramente toccato a 9.810, con delle lunghissime upshadow che lasciavano presagire un giro di boa. La liquidità immessa dalla federal reserve regala ulteriori 90 pips, con la prospettiva che il rally non sia finito.

Check Also

Come gestire la fase della compravendita: idee e consigli

La gestione di una compravendita di case di lusso richiede una certa competenza, necessaria al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Uomini e Donne anticipazioni, puntata di ieri e oggi 22-09-11

Uomini e Donne anticipazioni, puntata di ieri e oggi 22-09-11. La puntata di ieri di...

Chiudi