pensioni ultime novità reversibilità

Novità pensioni precoci e Ape volontaria: preoccupazioni angoscianti per numero domande

AGGIORNAMENTI – PENSIONI ULTIME NOVITA’ (27 GIUGNO 2017) – BOOM DOMANDE CONTINUA, TOCCA A FASE 2

Non ci sono solo le preoccupazioni di Tito Boeri per la rivalutazione delle pensioni e il futuro dei giovani: anche le nuove anticipate per l’Ape sociale e per i lavoratori precoci destano molte perplessità.

Le domande di accesso sono già a quota 22.081, dato relativo a giovedì scorso, e la data di scadenza è il 15 luglio 2017: si supererà dunque di gran lunga la cifra di quei 60.000 posti a disposizione stimati dal governo.

Cesare Damiano, intanto, scrive una nota sulla situazione della Fase 2 per la previdenza e sul rapporto fra sindacati e il governo di Gentiloni e Poletti.

“E’ giusta la richiesta fatta da Cgil, Cisl e Uil a Gentiloni e Poletti di avviare il confronto sulla Fase 2 del verbale di accordo sulla previdenza sottoscritto lo scorso settembre. L’APE sociale sta decollando positivamente insieme alla normativa sui lavoratori precoci: se, come ci auguriamo, le richieste saranno superiori alle previsioni, occorrera’ stanziare nuove risorse al fine di evitare che qualche lavoratore venga escluso dal beneficio dell’anticipo pensionistico”.

Così Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro alla Camera.

“Resta ancora al palo – continua Damiano- il decollo dell’APE volontario e la normativa sui lavori usuranti, mentre si affaccia l’ipotesi di un nuovo innalzamento dell’eta’ pensionabile, che passerebbe nel 2019 a 67 anni. Questa possibilità va scongiurata”. “Infine, nella Fase 2 del verbale e’ prevista l’istituzione della ‘pensione contributiva di garanzia’. Si tratta di una proposta che punta ad assicurare alle giovani generazioni, che avranno il calcolo previdenziale tutto contributivo, una pensione dignitosa attraverso una eventuale integrazione corrispondente all’attuale assegno sociale. Il ‘cantiere previdenza’ va tenuto aperto e deve alimentarsi attraverso il confronto con il sindacato che, come si e’ visto, ha dato finora frutti positivi”, conclude.

ULTIME NOVITA’ PENSIONI APE VOLONTARIA (23 GIUGNO 2017) – MATTEO RENZI PARLA (A SPROPOSITO) SU FACEBOOK 

Mentre tutte le attenzioni delle ultimissime notizie sulle pensioni sono dedicate ad Ape sociale e Quota 41 in versione ridotta (cioè solo per alcuni lavoratori precoci), arriva un autorevole commento sull’anticipo pensionistico volontario.

L’ex presidente dei Consiglio Matteo Renzi scrive così su Facebook, in risposta a un utente che lo interroga sui tempi di realizzazione dell’Ape volontario, per cui siamo ancora in attesa del decreto attuativo:”Questione di qualche giorno, spero. Palazzo Chigi lo ha trasmesso agli uffici competenti, mi risulta. Questione davvero di poco. E l’anticipo pensionistico volontario funzionerà, con buona pace di chi ha solo criticato”.

L’anticipo pensionistico volontario funzionerà? Certo: funzionerà benissimo per le banche e per le assicurazioni che ci lucreranno sopra, visto che l’Ape volontario altro non è che un mutuo ventennale da stipulare in tarda età, in altre parole un debito da pagare fino alla tomba.

Ci si può davvero vantare di concedere le pensioni a queste condizioni?

Pensioni ultime novità su Ape Volontario (23 giugno 2017): decreto attuativo in arrivo, ma ci vuole coraggio a vantarsi di uno scandalo del genere

Chi ha criticato l’Ape volontario non starà affatto in “buona pace”, anche e soprattutto per un altro motivo: nell’ultima legge di Bilancio sono mancati dei veri strumenti di flessibilità in uscita.

E per l’Ape sociale e per le pensioni anticipate per i lavoratori precoci, i requisiti di ammissioni sono troppo ristretti (basti pensare ai 25.000 operai edili esclusi da tutto), in modo tale da lasciare fuori quasi tutti: il governo ha parlato di circa 60.000 posti a disposizione, le domande saranno molte di più (stiamo andando al ritmo di 3.000 al giorno e c’è tempo fino al 15 luglio), quindi ci saranno gli ammessi solo in via teorica, per carenza di fondi.

A chi non è disoccupato da abbastanza tempo, non è abbastanza invalido, non è abbastanza povero, con l’Ape volontario il governo Renzi ha praticamente detto: “O mangi questa minestra, o salti dalla finestra”.

Molti lavoratori anziani, che avrebbero meritato vere misure di flessibilità in uscita, saranno di fatto costretti a indebitarsi a vita pur di avere un’immediata entrata mensile. Ritrovandosi con le pensioni tagliate dopo una vita di lavoro e contributi versati.

E Matteo Renzi si vanta di tutto questo?

Check Also

gomme-all-season

Gomme 4 stagioni: sicurezza senza compromessi 365 giorni all’anno

Le gomme 4 stagioni, note anche con il nome “four season”, sono la via di …

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Renzi
Renzi ammette la disfatta e sceglie il suicidio politico: ecco cosa succede ora

RENZI " VERITA' VERA, ABBIAMO PERSO". E SCEGLIE L'ISOLAMENTO, SI VA VERSO LEGGE ELETTORALE PROPORZIONALE...

Chiudi