Omicidio Rea, lunga agonia, dopo 35 coltellate non era morta

Melania Rea non è stata finita dal suo aguzzino. La donna di Ascoli Piceno rinvenuta morta in un bosco fra il teramano e l’ascolano ha cessato di vivere solo dopo una lunga agonia.

Terra sotto le unghie, da qui la deduzione che Melania Rea non sia morta sotto i colpi inferti dal folle omicida ma solo successivamente. Ad avvalorare questa tesi anche la mancanza di ferite inferte in organi che ne avrebbero immediatamente decretato il decesso, come ad esempio il cuore. La donna è stata oggetto di una furiosa valanga di fendenti e, dopo essersi accasciata al suolo, avrebbe tentato comunque una disperata ricerca d’aiuto trascinandosi per alcuni metri sul luogo del ritrovamento.

Numerosi interrogativi si pongono adesso davanti agli occhi degli inquirenti, domande che minano la posizione innocentista nei confronti del marito di Melania. L’uomo avrebbe inizialmente tralasciato di riportare agli investigatori alcuni particolari, la cui esatta natura comunque non sembra ancora essere trapelata. Troppo poco per insinuare dei dubbi reali, ma comunque una posizione insolita che porta gli inquirenti a non escludere completamente l’uomo dalle possibili piste.

Non viene comunque seguita una pista ben precisa, o forse c’è la preferenza da parte degli investigatori di evitare di dare particolari che potrebbero inquinare le indagini che “continuano in direzioni diverse dato che nessuna verità è assoluta”, come ha dichiarato il Colonnello Alessandro Patrizio, comandante del Comando Provinciale dei carabinieri di Ascoli.

I tabulati telefonici non hanno rivelato niente di particolare. Melania Rea non ha ricevuto alcuna telefonata sospetta nel tempo antecedente la sua morte, resta comunque nella testa degli investigatori un interrogativo che potrebbe essere un punto chiave di questa indagine: perché Melania Rea, nonostante avesse impellenti bisogni fisiologici, avrebbe scelto di espletarli in un bagno distante venti minuti a piedi rispetto al luogo in cui si trovava?

Check Also

Di Battista non si ricandida? Ecco i veri motivi che nessuno ha capito

Gli editoriali andrebbero scritti sempre il giorno dopo. E’ quel minimo di decantazione che basta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Berlusconi rimanda CdM per attriti con la Lega

Le dichiarazioni delle ultime ore scaldano un clima politico già rovente, creando attriti in maggioranza fra PdL e Lega. I...

Chiudi