Ordigno a Firenze contro la sede del PD

Nessuna conseguenza dell’ordigno esploso nella notte a Firenze davanti alla sede provinciale del PD.

Il sindaco Nardella afferma “Dalle prime indicazioni che ci vengono fornite non siamo davanti ad una bravata, non siamo di fronte ad un gesto improvviso o alle solite scritte sui muri. Qui c’è qualcosa di più serio, premeditato, sembra ben organizzato e quindi c’è la volontà di colpire la politica, il Partito Democratico e Firenze”

Solidarietà è stata espressa da tutte le forze politiche, dentro e fuori dal Parlamento. L’On. Achille Totaro di Fratelli D’Italia annuncia di aver chiesto, in aula alla Camera, un’azione rapida delle forze dell’ordine e del Ministro Alfano perchè “Si tratta di un episodio gravissimo che va al di là di episodi ‘minori”. La senatrice Alessia Petraglia di SEL parla di “atto ignobile a cui tutta la politica deve saper rispondere con massima fermezza”.   Il M5S di Firenze, in una nota “condanna l’atto intimidatorio e violento alla sede del Pd fiorentino ed esprime piena solidarieta’ ai militanti e cittadini che hanno subito quest’attacco”. Nicola Nascosti, consigliere regionale di Forza Italia aggiunge ad un comunicato di Forza Italia “Un fatto grave, che non deve essere derubricato a semplice vandalismo” e un altro consigliere regionale di Forza Italia Stefano Mugnai aggiunge “E’ tempo di abbassare i toni di chi soffia sul fuoco del malessere sociale evocando rabbia e sovvertimento i quali impattano, inevitabilmente, sulle menti più eccitate. Sperando che non sia tardi. Non può esserlo. Non deve

pd firenze

Chissà dov’rano questi paladini della solidarietà di Forza Italia quando uno dei loro massimi esponenti, Stefania Prestigiacomo, affermava Non mi stupirei se l’incendio della sede fosse proprio figlio del clima di odio, panico e intolleranza che Grillo sta infondendo nelle vene dei cittadini. Grillo sta trasformando il confronto politico in una guerra. Sta fomentando la rabbia e terrorizzando quei cittadini che non vogliono veder finire il nostro amato Paese nelle fauci del populismo. L’estremismo genera estremismo. Noi non permetteremo che il nostro Paese finisca male: i cittadini moderati devono trionfare per il bene di tutti” in riferimento all’incendio della sede del M5S di Giugliano, come ricordato da Alessandro Di Battista oggi in aula.

C’è chi ha provato a sminuire l’intervento del pentastellato affermando che il PD si era schierato compatto contro l’attacco alla sede del M5S, forse dimenticando le parole a caldo di Elisa Simoni (cugina di Matteo Renzi) che scrisse

“L’incendio della sede di Giugliano del M5S‎ e’ un atto da condannare nella maniera piu’ assoluta. La liberta’ di pensiero e di associazione e’ un diritto di tutti” MA “Grillo e il M5S si mettano una mano sulla coscienza e si domandino se, con i loro insulti, le loro visioni apocalittiche e il loro far di tutta l’erba un fascio, non contribuiscano giorno dopo giorno ad alimentare quel clima di intolleranza che e’ madre della violenza”.

Le ultime notizie darebbero gli inquirenti orientati verso il mondo dell’anarco-insurrezionalismo e dei No Tav, soprattutto dopo aver ritrovato sparse per Firenze scritte inneggianti alla disobbedienza sull’alta velocità.

 

Check Also

pensioni news precoci ape

Pensioni ultime novità APE volontario: pronte assicurazioni e banche, manca solo Garante

PENSIONI ULTIME NOTIZIE SU APE VOLONTARIO (17 NOVEMBRE 2017) – TUTTO PRONTO, AGGIORNAMENTI ULTIMA ORA  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
Carne bovina infetta sequestrata in tutta Italia

Sequestri per quattro milioni di euro, 65 indagati e sigilli a quattro aziende agricole. È...

Chiudi