Pelù distrugge Renzi al Concerto Primo maggio [VIDEO]

VIDEO – Pierò Pelù contro Matteo Renzi: la ruggine fra il cantante e l’ex sindaco di Firenze è cosa nota, ma stavolta Pelù c’è andato pesante. E ha scelto un palco mica da poco per lanciare una violenta invettiva contro Renzi: nientemeno che il palco del Concerto del Primo maggio!

Pelù ha accusato Renzi di fare l’elemosina con i famosi (o famigerati…) 80 euro in busta paga (e ormai l’abbiamo capito tutti che sono un TRUCCO: c’è la prova).

Il leader storico dei Litfiba ha spiegato a Renzi che gli italiani non hanno bisogno di un gesto di carità, ma di lavorare e di smetterla di patire per lo spettro della disoccupazione.

Ma l’attacco più duro, e diremmo anche più ‘creativo’, è stato quando Pelù ha definito Matteo Renzi come il “boy-scout di Licio Gelli”. Essì, perché è difficile non notare come le riforme che Renzi vuole realizzare insieme a Berlusconi assomiglino a quelle del 2005 volute da Forza Italia (e disintegrate dagli italiani nel referendum del 2006), le quali a loro volta assomigliano a quelle che tanto care erano a Licio Gelli, Maestro Venerabile della Loggia massonica P2.

Commenti

Redazione online

One Comment;

*

*

Top Privacy Policy
Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Vai già via? Leggi qui!

80 euro
Renzi sbugiardato: 80 euro sono un trucco, ora c’è la prova

I "mitici" 80 euro di Matteo Renzi? Un trucco. Un'illusione....

Chiudi