pensioni novità oggi

Pensioni oggi: novità 27 maggio 2016, indebitati fino alla tomba

ULTIME NOTIZIE PENSIONI (OGGI 27 MAGGIO 2016) – Torniamo alla novità sull’Anticipo pensionistico. Cosa sia l’Ape nei dettagli non è ancora chiaro nei dettagli.

Di certo possiamo dire che è la risposta del governo Renzi alla richiesta di una maggiore flessibilità in uscita da parte di lavoratori, sindacati e varie forze politiche.

Un modo quindi per limare gli inflessibili requisiti della riforma Fornero.

Ma sarà davvero conveniente usufruire di queste nuove pensioni anticipate “alla Renzi”?

Per quanto ne sappiamo ora, sembrerebbe proprio di no. Le condizioni sono da proposta che non si può rifiutare, cioè accettabili soltanto per quegli over 63 che sono rimasti senza lavoro e senza pensione, disposti quindi a dire di sì a qualsiasi costo, pur di avere un assegno Inps che gli consenta di sopravvivere.

pensioni oggi novità

Pensioni ultime notizie (oggi 27 maggio 2016): indebitati e decurtati, Ape alternativa solo per chi non ha alternative

I punti critici sono però due. Il primo, le penalizzazioni: si parla del 3-4% in meno sul trattamento pensionistico, per chi andrà in pensione anticipata con l’Ape.

Il secondo, sono le banche con cui si dovrà avere a che fare: le mensilità delle pensioni concesse in anticipo saranno infatti frutto di prestiti bancari.

Ricapitolando, chi sceglierà l’opzione Ape si ritroverà a 67 anni circa (età per poter accedere alle pensioni di vecchiaia secondo quanto stabilito dalla legge Fornero) sia a dover accettare una decurtazione e sia a dover restituire il prestito ricevuto dalla banca.

Senza il bisogno di essere grandi esperti di economia, chiunque capisce che dover restituire tre anni di mensilità ricevute in prestito, partendo dai 67 anni, significa in pratica essere indebitati fino alla tomba o quasi.

Non è ancora chiaro a  quanto ammonterà la percentuale da restituire ogni mese, ma ipotizzando un 20% (al quale andrebbe aggiunta la suddetta decurtazione) servirebbero la bellezza di 15 anni per sanare il proprio debito con la banca!

15 anni nei quali si dovrebbe vivere con pensioni fortemente ridotte.

Pensioni minime, novità di oggi 27 maggio 2016: il governo Renzi è poco credibile nel suo improvviso interesse per i pensionati

Per quanto riguarda l’aumento delle pensioni minime attraverso un bonus di 80 euro extra al mese, francamente lo reputiamo un annuncio da campagna elettorale, in vista delle Amministrative di giugno e soprattutto del referendum costituzionale.

In oltre due anni, il governo Renzi ha tenuto le pensioni quasi totalmente fuori dalla sua agenda, palesando anche un’incapacità di rispettare una sentenza della Corte costituzionale sul rimborso pensioni (che è stato erogato circa per il 12% sul totale del malloppo che il governo Monti ha sottratto alle pensioni sopra il triplo del minimo Inps).

E adesso vorrebbero farci credere, tutto d’un tratto, di voler fare i Babbo natale con i pensionati più poveri?

 

 

Check Also

ultimi sondaggi politici elettorali

Ultimi sondaggi politici elettorali: M5S e Lega stratosferici, insieme valgono il 54,3%

ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI (5 GIUGNO 2018) – Le intenzioni di voto delle ultime settimane …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookies [leggi l'informativa]. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Leggi articolo precedente:
La “ripresa” di Renzi già finita? Crollo fatturato Industria a marzo

Tonfo clamoroso per il fatturato dell'Industria a marzo: -3,6%, il peggiore dal 2013 E' il peggiore...

Chiudi